COME INSONORIZZARE UNA STANZA PER SUONARE? QUANTO COSTA?

Come insonorizzare una stanza per suonare? Quanto costa?

Chi ha la passione per la musica sa bene quanto sia importante avere una sala prove in cui poter suonare il proprio strumento musicale con gli amici o da solo. Si tratta di un posto nel quale trascorrere ore e ore della giornata alla ricerca dell’accordo perfetto e della nota giusto. Proprio per tale ragione non è semplice trovare un luogo adatto che svolga questa funzione, eccovi quindi alcuni consigli utili su Come Insonorizzare una stanza per suonare.

Come Insonorizzare una stanza per suonare: ecco come fare in modo semplice

Chi non ha molto spazio può decidere di insonorizzare acusticamente una camera della propria abitazione, in modo tale da non disturbare i vicini e al tempo stesso ottenere il risultato desiderato.

Chi ne ha l possibilità può rivolgersi direttamente ad una ditta esperta che incaricherà il personale di effettuare il lavoro. Tuttavia si tratta di un’operazione che potrebbe costare delle cifre importanti, soprattutto se la stanza da insonorizzare è molto grande oppure ha bisogno di determinate necessità.

Pertanto si può anche decidere di procedere da soli: i passaggi non sono complicati nemmeno per chi è alla prime armi. Uno degli espedienti che è possibile mettere in pratica consiste nell’adoperare delle tende fonoisolanti che però non hanno un costo irrisorio.

In alternativa dunque si possono utilizzare delle coperte molto spesse che siano in grado di assorbire un pò del suono che viene riprodotto. Uno dei modi più semplici per insonorizzare una stanza senza utilizzare soluzioni invasive consiste nell’adoperare librerie.

Se in casa infatti si possiedono delle librerie piene di volumi e si posizionano a ridosso delle pareti, esse creeranno una barriera che impedirà al suono di penetrare. Un’altra soluzione molto semplice riguarda gli altoparlanti: si consiglia infatti di sollevarli utilizzando magari dei tappetini fonoassorbenti. In questo modo sarà possibile isolare acusticamente la stanza ed allontanare i rumori efficacemente.

Bisogna tenere in considerazione poi che il più delle volte tra la porta di una stanza e il pavimento c’è una fessura più o meno larga che favorisce il passaggio del suono.

Pertanto è bene coprire questa zona utilizzando un para-spifferi oppure montando una striscia di legno. Un’altra idea che potrebbe far risparmiare una certa quantità di denaro è quella di acquistare dei pannelli fonoassorbenti con lavorazione a bugnato.

Tale materiale è in grado di essere abbastanza assorbe sia per le alte che per le basse frequenze e sono facili da collocare perché la maggior parte delle volte sono già dotati di una pellicola adesiva. Se invece quest’ultima non dovesse esserci è possibile fare uso di una colla adatta per incollare i pannelli al soffitto e alle pareti.

Insonorizzare una stanza: i metodi più precisi

Nel caso in cui si volesse procedere in maniera più accurata bisognerà utilizzare soluzioni senz’altro più invasive e costose ma al tempo stesso decisamente migliori.

La prima operazione che si può eseguire è quella di intervenire sulle pareti utilizzando il cartongesso, un materiale molto spesso che riesce ad assorbire il suono.

Se ci sono delle pareti già esistenti e si vogliono apportare dei miglioramenti è possibile costruire un’intelaiatura di base e fissarla alla superficie attraverso i pali portanti presenti, dopodiché si potrà coprire questa parte con uno strato di cartongesso.

Quando il suono attraversa i nuovi materiali generalmente una parte dell’energia viene riflessa e l’altra assorbita. Pertanto si può espandere tale effetto cercando di ricavare la parete da due fogli di cartongesso, avendo cura di lasciare tra questi due un’intercapedine abbastanza ampia.

Tale tecnica, che viene chiamata sdoppiamento, non è molto consigliata per le basse frequenze: è meglio quindi riempire questo spazio creatosi con una schiuma insonorizzante.

Un altro accorgimento che è opportuno tenere in considerazione è quello di pianificare la posizione dei pali portanti. Se si opta per la costruzione di una nuova parete quindi, al fine di non rendere vano tutto il lavoro di insonorizzazione, bisogna montare una doppia fila di pali per ogni muro oppure montare una sola fila di pali alternati che siano in contatto con una sola faccia della parete.

Un ulteriore modo per rendere le pareti ancor più insonorizzate ed efficienti consiste nell’usare degli stop che vengono inseriti tra i pali portanti e il cartongesso.

I modelli principali presenti oggi in commercio sono essenzialmente due: ci sono gli stop, senz’altro più validi perché sono in grado di assorbire il rumore mediante i componenti di gomma pesante, e le canaline elastiche, che sono indicate perlopiù per assorbire le alte frequenze mentre per quelle basse potrebbero non dare l’effetto desiderato.

È importante ricordare poi che anche il soffitto e i pavimenti possono essere insonorizzati utilizzando i medesimi metodi usati per l’insonorizzazione delle pareti. 

Quanto costa insonorizzare Una Stanza?

L’insonorizzazione acustica di una stanza ha naturalmente dei costi che bisogna sostenere, soprattutto se si interviene rivolgendosi ad una ditta specializzata.

Questa soluzione comunque è quella più indicata se si decide di intervenire sulle pareti, sui pavimenti e sul soffitto perché si tratta di un lavoro che non può essere fatto da chi è alle prime armi e nessuna esperienza. Purtroppo però le aziende specializzate il più delle volte non hanno prezzi molto bassi.

In ogni caso è opportuno ricordare che non tutti gli interventi sono uguali perché bisogna considerare vari fattori come ad esempio il lavoro da fare, quali materiali utilizzare, i costi della manodopera.

Tuttavia è comunque consigliabile rivolgersi a più ditte specifiche in maniera tale da avere un preventivo della spesa da affrontare. Di solito i pannelli isolanti hanno un costo che sia aggira intorno ai 25 euro fino ad arrivare ai 45 euro.

Naturalmente il costo varia a seconda dei tipi di pannelli: quelli in fibra legnosa e in sughero sono più economici rispetto a quelli polimerici e in gomma.

Anche il cartongesso fonoassorbente non ha un costo molto alto. Esso infatti oscilla tra i 20 e i 40 euro per metro quadrato: chi possiede una stanza molto piccola da insonorizzare probabilmente non avrà problemi mentre per gli ambienti più ampi il costo tenderà a salire. Il costo della manodopera invece può variare dai 15 euro ai 20 euro l’ora ma questo dato è molto generico perché cambia in base alla professionalità e al lavoro della ditta.