Le 8 Migliori Serie Tv Adolescenziali Per Ragazze

Le serie TV adolescenziali per ragazze occupano una parte importante del palinsesto televisivo di ogni rete, sia essa tramite antenna TV, parabola, o piattaforma streaming video.

Canali Rai, Mediaset, Sky o appartenenti ad altri bouquet, propongono interessanti serie TV per ragazze adolescenti, a cui si aggiungono anche le diverse piattaforme come Amazon Prime Video, NowTV, TimVision, Netflix.

Queste ultime (a parte TimVision), derivano tutte da un concetto americano o comunque straniero, in cui il “culto” della serie è più radicato e come tale si esprime al meglio anche nel panorama adolescenziale italiano.

Ecco le principali Serie TV adolescenziali per ragazze.


1) Grand Army

Grand Army

Disponibile su Netflix, la serie Grand Army è diretta e creata da Katie Cappiello, la quale ha pensato di portare in TV un suo spettacolo teatrale di diversi anni prima, chiamato Slut: The play.

I protagonisti delle nove puntate sono cinque adolescenti che frequentano la scuola più grande di Brooklyn, chiamata appunto Grand Army.

La prima stagione ha debuttato nell’ottobre 2020.

I protagonisti pongono in luce quello che può essere il lato più nascosto del periodo adolescenziale, trattando tematiche attuali e di vario genere.

Lo scopo è quello di fornire una chiave di lettura diversa rispetto agli stereotipi che la società potrebbe affibbiare al mondo dei giovanissimi.

La curiosità principale riguarda la vena polemica con cui la serie TV è stata presentata, con accuse di razzismo e sfruttamento indirizzate direttamente alla produzione.

Il prodotto di Netflix appare abbastanza complesso, sia nella realizzazione che nelle tematiche trattate, e vorrebbe porsi sulla scia del successo che altre serie simili hanno palesato, come ad esempio 13 Reason Why.

La trama racconta di come gli adolescenti protagonisti siano rimasti traumatizzati da un attacco terroristico condotto da un attentatore musulmano che ha ucciso alcune persone.

Le vicende quotidiane della normale vita dei protagonisti vengono sconvolte da questo evento e loro si trovano a dover affrontare problemi, traumi e situazioni più impegnative di quelle tipiche della loro età, anche perchè si vengono a sommare alcuni eventi che portano i due protagonisti maschi ad essere accusati di furto verso una compagna, la quale già è poco abbiente ed è alle prese con diversi problemi in famiglia.

Problemi simili li hanno anche le altre due ragazze adolescenti protagoniste.

I social, in tale contesto, diventano ancor più fonte di negatività e disordine all’interno delle vite delle ragazze.

Davanti a queste problematiche, i cinque personaggi protagonisti mostrano pubblicamente le loro fragilità, dietro una corazza di chi vorrebbe invece essere già adulto.


2) Emily in Paris

Emily in Paris

La serie per ragazze Emily un Paris è giunta alla seconda stagione su Netflix.

Racconta la storia di Emily, una ventenne di Chicago che però si è trasferita a Parigi per cogliere un’opportunità di lavoro giunta improvvisamente.

Per una strana successione degli eventi, sarà lei ad assumere il ruolo di responsabile in vece della sua “capa” a casa in maternità.

Emily ha un compito arduo e complicato: deve portare nel suo lavoro in terra francese la mentalità del marketing tipica degli Stati Uniti, trasferendola ad un’importante società di marketing nazionale che da poco è entrata a far parte del gruppo aziendale per il quale Emily lavora.

Lavoro, impegni sociali, amicizie e amori si intrecciano nella quotidianità di Emily, aiutata anche da due nuove amiche a superare i momenti difficili.

Quanto Emily avrà terminato il suo compito a Parigi ritornerà a Chicago dove sarà attesa da una miglior posizione lavorativa, lanciandosi verso la carriera.

Instagram, intanto, diventa un modo per farsi conoscere anche da altri brand molto in voga, rinomati e lussuosi, portando testimonianze del suo lavoro nel settore marketing.

La serie racconta la vita lavorativa e manageriale di una ragazza di vent’anni, non più adolescente, ma questo tipo di pubblico potrà capire nel corso dei vari episodi che la vita lavorativa non è come quella di scuola e, nonostante la giovane età, è possibile iniziare con serietà e talento una carriera.

Servono coraggio, intelligenza, sacrificio. Le colleghe francesi non vedono Emily di buon occhio, ma la sua caparbietà fa notare come piano piano è possibile andare contro le idee di massa.

Lei è una millenial, brava nel suo lavoro e nella comunicazione, sfruttando anche i social con intelligenza e scopi lavorativi.

Anche Emily in Paris viene trasmessa su Netflix.


3) Non Ho Mai

Non Ho Mai

Tra le serie TV adolescenziali per ragazze, Non ho mai è da prendere in considerazione per come ha la capacità di trattare in maniera leggera le principali tematiche del tempo della scuola, portando ironia e capacità di irridersi da soli.

I grandi problemi adolescenziali ci sono, tutti li hanno passati e superati, ma vanno vissuti con consapevolezza.

La protagonista è una teenager di origini indiane ma trapiantata in America.

La madre ha imposto nella sua testa e per tutta la sua vita i rigidi dettami della cultura originaria dell’India, mentre il padre è mancato prematuramente.

Durante le varie puntate si mostra come i contrasti siano protagonisti: da un lato le tradizioni delle origini della ragazza, dall’altro gli impulsi vibranti dello scenario americano e di tutto ciò che sta intorno alla vita di una neo liceale.

La ragazza scopre che comunque le tradizioni e le sue origini sono in lei ben radicate e a lei appartengono, ma d’altro canto si percepisce un marcato desiderio di integrazione, all’interno di una società che include principi multiculturali.

La protagonista vorrebbe vivere come una normalissima teenager americana, essere invitata al ballo della scuola da un aitante e belloccio ragazzo, poter rifiutare un’offerte di droga o alcool, ma vivere una festa solo per sapere come si svolge, vorrebbe ambire ad avere i suoi amori adolescenziali pensando già di poter andare oltre solo per il desiderio di dire “no fermiamoci prima”.

Ci sono situazioni simpatiche, alcune an che molto esilaranti, ma al tempo stesso significative, secondo una proposta simpatica e con buon impatto comunicativo.


4) POV I Primi Anni

POV I Primi Anni

Serie Tv adolescenziale nuovissima in cui le ragazze potranno ritrovarsi tra le vite delle protagoniste.

Sono due le particolarità di questa serie: la prima è che è di origine italiana e interamente creata in Italia da sceneggiatori italiani, mentre la seconda è che va in onda sul canale Rai Gulp del digitale terrestre, con episodi brevi.

Siccome è un prodotto nuovissimo non è possibile formulare grandi recensioni, ma sicuramente l’idea è buona e merita, se non altro per il coraggio di produrre qualcosa sul territorio nazionale senza importare prodotti già pre confezionati.

Terminate le medie, iniziano le superiori e un gruppo di ragazzi e ragazze si avvia a intraprendere l’avventura liceale.

Tutto pare molto bello ed entusiasmante, ma presto i protagonisti scopriranno che la vita del liceo è anche piuttosto complicata rispetto all’epoca delle medie e sopportare tutti i giorni le stesse persone, conviverci, fare le cose insieme ed essere amici, non è certo semplice come potrebbe sembrare.

Già sopportare un compagno o una compagna a scuola una sola mattina può essere difficile, ma fa parte della vita dello studente.

Per l’altro potrebbe essere la stessa cosa e, anche in tenera età, la virtù della sopportazione e della comprensione dovrebbero essere caratteristiche di chiunque.


5) Summertime

Summertime

La serie per adolescenti Summertine trasmessa da Netflix ha origine italiana ed è scritta a più mani da un team di sceneggiatori.

L’ispirazione deriva dal romanzo Tre Metri Sopra Il Cielo.

La trama narra della storia d’amore tra due persone che hanno vite opposte tra loro a causa di situazioni sociali differenti: lui un soggetto estroso, ribelle, che ha perso il controllo della propria quotidianità, ma che desidera tornare ad essere il protagonista della sua stessa vita, lei una ragazza che vuole evadere dalla realtà in cui si trova, che si sente oppressa dalle situazioni sebbene abbia una famiglia unita.

E’ proprio in questa realtà che molte adolescenti si ritrovano, desiderose di essere capite, di uscire dalla solita routine, di diventare subito grandi, magari anche ribellandosi alla società.

Durante un’estate al mare i due protagonisti si incontrano e nasce l’amore: ma sarà un amore estivo, ovvero passeggero, oppure più duraturo e prolungabile anche nelle altre stagioni quando spiaggia e mare non saranno più il collante della loro unione sentimentale?

Il pubblico adolescenziale, soprattutto femminile, potrà identificarsi nell’uno o nell’altro personaggio, oppure in entrambi.

In ciascuno di loro è possibile ritrovare qualche elemento comune a molte ragazze in età adolescenziale: ribellione, voglia di evadere, cotte amorose estive, desiderio di essere protagonisti, spesso la necessità di non uniformarsi alla massa.

Tutti questi ingredienti sono presenti in maniera preponderante nella serie Summertime.


6) Community

Community

La serie TV per ragazzi Community, è stata trasmessa già qualche anno fa su Comedy Central e su altri canali del gruppo Mediaset, ma ora è disponibile su Amazon Prime Video.

Nonostante sia giunta in Italia nel 2015, ha buon successo ancora oggi ed è giusto andarla a recuperare.

Ovviamente la matrice è statunitense e infatti la serie è incentrata sulle vicende di un gruppo di studenti di un college del Colorado che si ritrova all’interno di un improbabile corso di spagnolo.

Tra obiettivi amorosi, cotte improvvise, particolari ripicche e situazioni particolari, il gruppo di allarga sempre di più perchè ciascun membro invita anche altre persone.

Alla fine si crea un gruppo di studio vero, con le persone che socializzano seppure siano di culture e provenienze diverse.

Età, ambizioni, caratteri, personalità differenti non inficiano i rapporti interpersonali e si creano anche delle interessanti amicizie.

Il preside del college coglie con entusiasmo l’iniziativa di questo gruppo e lo tiene a modello.

I ragazzi sono tra loro amici, ma al tempo stesso rivali, competitivi ma al tempo stesso si aiutano e si supportano, riuscendo anche ad affrontare discorsi interessanti.

Una serie TV che strizza l’occhio a ragazzi e ragazze giovani, insegnando loro che è possibile coltivare rapporti di sincera amicizia anche se si hanno età e origini diverse, ma soprattutto trasmette loro un altro messaggio importante: studiare insieme aiuta tutti a migliorare, specialmente se si portano avanti obiettivi comuni e il livello competitivo si alza.


7) Shameless

Shameless

Le famiglie moderne pare abbiano perso i valori di un tempo, almeno in gran parte e i figli in età adolescenziale si ritrovano nel mezzo.

Guardando la serie TV Shameless (su Amazon Prime Video) con un occhio ironico, verrebbe da dire che nonostante mille problemi, ci sono famiglie peggiori delle “nostre”, ma è pur vero che il messaggio insegna pure che bene o male si può sempre uscire pure da situazioni e scenari complessi.

La serie è americana e non è nuova, ma Amazon ha pensato bene di proporla in Italia ancora oggi, perchè mette in luce situazioni attuali.

Protagonista è la bislacca e stravagante famiglia Gallagher, residente nella zona sud di Chicago.

Il padre è preso da problemi di alcool e droga (che per lui problemi non sono) e quindi fatica a trovare una occupazione lavorativa.

I figli da mantenere sono diversi, poichè la famiglia è numerosa.

Essi hanno il bisogno di crescere per trovare la loro identità nella vita, ma l’esempio del padre sicuramente rende tutto più complesso di difficile.

La famiglia è una, ma siccome comprende più persone, le storie da raccontare sono molte, con una quotidianità spesso fuori dalle righe e mai di carattere normale.

Spesso i ragazzi si trovano coinvolti in situazioni che non vorrebbero, ma che nemmeno hanno costruito: nella maggior parte delle occasioni la colpa non è certo la loro ma devono conviverci.

Alcuni si lasciano andare agli eventi, altri provano a reagire prendendo la vita di petto nonostante la giovane età, facendosi carico anche di responsabilità più grandi e non totalmente proprie, con coraggio e impegno.

Molte adolescenti si possono ritrovare non solo nella situazione generale di una famiglia che non è sempre modello, ma anche nei singoli personaggi.

Essendo una famiglia numerosa e con tanti figli, è facile trovare diverse personalità, idee, caratteri.


8) This Is Us

This Is Us

Questa è una serie firmata dalla NBC americana e ha riscosso grande successo negli Stati Uniti, non solo per le tematiche trattate ma anche per come queste sono presentate.

Innanzitutto la trasmissione si caratterizza per essere una serie con cast corale, ossia con attori e personaggi che compaiono in video con uno stesso minutaggio (più o meno) e senza gradi di importanza differenti.

Ciò significa che ciascuno ha il proprio spazio e non vi sono protagonisti assoluti.

Già questo è un bel messaggio per un pubblico adolescenziale.

La Famiglia Pearson è composta da due genitori e tre gemelli.

La serie inizia con i genitori che hanno i figli ormai con 36 anni e da quel momento in poi vengono mostrati continui flashback che riportano le situazioni indietro nel tempo, come fosse un continuo ricordo dalla gravidanza alla nascita, dai primi mesi di vita al periodo della adolescenza, fino ad arrivare poi all’età adulta.

I piani temporali vengono snocciolati in maniera chiara e comprensibile, mostrando le vicende di persone normali appartenenti ad una famiglia che si trova giorno dopo giorno ad affrontare i classici problemi della vita, mettendo in luce la gestione che i genitori hanno dei tre figli, soprattutto in età adolescenziale.

I figli, ormai in età adulta, vengono sottoposti alla consapevolezza dei problemi del passato tipici dei vari passaggi di età.

E’ facile identificarsi nei vari personaggi perchè la serie TV tratta di problematiche usuali che la maggior parte delle persone ha durante l’età dello sviluppo e le diverse fasi della vita.

Bello il montaggio video e le sequenze, in grado di trasmettere anche quel pizzico di emozionalità misto a malinconia, rilasciando però, alla fine, l’immagine consapevole di ciò che può essere il passato, vivendo il rapporto con la società e tra genitori e figli.

La serie, consigliata anche ad un pubblico adolescenziale, è disponibile su Amazon Prime Video.

Alessio

Appassionato di nuove tecnologie, amo la musica, i bei film e testare differenti prodotti. Ultimamente mi diverto con il Video Editing e la Fotografia sui nuovi dispositivi Apple M1.

Articolo Precedente