Se desideri veramente vivere un’esperienza di ascolto della musica durante i tuoi viaggi al volante, non hai altro da fare che scegliere di acquistare un buon amplificatore per auto, ma cosa sono gli Ampli e quali sono I Migliori Amplificatori per Auto?

Il suo compito è quello di alimentare l’impianto audio oppure un subwoofer facendo in modo che l’audio acquisisca maggior potenza e maggior dettaglio.

Per questo motivo non devi sottovalutare il tipo di acquisto, ma devi porre massima attenzione sia alle caratteristiche dell’accessorio che al limite di spesa che ti sei prefissato.

Parti dal presupposto che un amplificatore separato riesce a dare una resa migliore rispetto ad uno integrato di serie, questo perchè hai modo di scegliere il prodotto più idoneo ai tuoi gusti e al tuo genere di musica prediletta.

Leggendo questo articolo hai modo di capire quali sono gli aspetti che dovrebbero guidarti nella scelta di un amplificatore per auto e avere un’idea di come alcuni modelli, divisi per fascia eocnomica, possono rendere nella diffusione della musica.

Abbiamo infatti selezionato 5 tipi di amplificatori per auto che riteniamo essere i migliori per il loro target di prezzo e di clientela.

Affidati a marchi conosciuti e del settore anche se opterai per un modello base, come ad esempio il Sony XMN1004 Xpload in grado di primeggiare nel rapporto qualità-prezzo, oppure Pioneer GM-D8601 che offre davvero tanto a livello qualitativo.

Migliori Amplificatori per Auto Top 5

ImmagineNomeCanali MassimiPotenza MassimaDimensioni
Sony XMN1004Sino a 4 Canali1.000 Watt
BASS FACE DB2.12 canali800 Watt220 x 243 x 600 mm
Pioneer GM-D8601Sino a 4 Canali1.600 Watt265 x 60 x 200 mm
Alpine PMX-F640 4.0Sino a 4 Canali200 Watt270 x 242 x 60 mm
4 CHANNEL AMPLIFIERSino a 4 Canali360 Watt213 x 53,5 x 408 mm

Come scegliere il miglior amplificatore per auto

Prima di avventarti sul primo prodotto in offerta speciale devi valutare le potenzialità del tuo impianto, la tipologia di cablaggi e la qualità delle casse, le quali ammettono sempre una potenza massima che è bene non superare.

Molto però dipende anche dallo schema tecnico dell’impianto che hai in auto.

Numero di canali:

Difficilmente hai una sola possibilità per implementare il tuo impianto, in quanto vi sono sempre ulteriori soluzioni, fino alla più estrema che prevede un amplificatore per ciascuna cassa audio di cui disponi.

Un esempio ti aiuta ad avere una maggiore comprensione del concetto. Se hai un impianto con un sistema a 2 vie oltre ad un subwoofer di tipo passivo posto nel baule, puoi optare per un amplificatore a 3 vie complessive (due da destinare agli speaker e una per il subwoofer) oppure scegliere 2 amplificatori distinti che possono valorizzare maggiormente casse e sub.

Tecnicamente la seconda proposta risulta la migliore ed è innegabile, ma anche la più costosa.

In genere un amplificatore per auto a 4 canali identifica la soluzione più completa, ma questa comporta di solito un esborso economico maggiore.

Se si ascolta prevalentemente la radio e non si trascorrono molte ore in automobile, una soluzione a 2 o a 3 canali ti consente di risparmiare e di avere a disposizione comunque una buona resa.

Potrebbe interessarti Anche :  Come Scegliere l’Autoradio

Potenza:

Potenza non è sempre sinonimo di qualità. Non è detto che un amplificatore più potente sia per forza di cose migliore di un modello analogo dotato di minore wattaggio.

Di contro, la potenza serve però per identificare un amplificatore in maniera immediata e la scelta del miglior apparecchio deve obbligatoriamente passare per una valutazione relativa alla sua potenza massima espressa in Watt.

Prima di scegliere è importante che tu sia a conoscenza di quanto possono supportare i tuoi altoparlanti dell’auto e la scelta più razionale è pari ad un amplificatore la cui potenza massima sia circa il 10-15% inferiore a qualla massima gestibile dagli speaker.

Lo stesso discorso vale per il subwoofer passivo, il quale richiede sempre un amplificatore di alimentazione.

Se ad esempio hai 100 Watt di potenza, il tuo amplificatore dovrebbe garantirti almeno 80-90 Watt. Questo, oltre a porti al riparo da danneggiamenti alle casse audio, ti evita di spendere denaro inutilmente.

Ricorda però sempre che esistono due tipologie di potenze.

La prima è quella massima, chiamata anche potenza di picco, mentre la seconda è quella che affianca al valore la sigla RMS, la quale riguarda l’indicazione della potenza continua necessaria per fornire l’alimentazione agli speaker.

Valori tecnici:

Quando leggi una scheda tecnica di un amplificatore ti imbatti in alcuni valori tecnici che potresti aver difficoltà a comprendere.

Senza entrare nel tecnicismo, considera che per avere un buon amplificatore sarebbe utile avere un valore della distorsione inferiore allo 0,05%, un rapporto tra segnale e rumore (indicato anche con S/N) più basso di 90 dB e una risposta in frequenza compresa tra 15 e 35.000 Hertz.

Classe:

Un amplificatore lavora per ottenere una resa che viene poi espressa dalle casse che questo alimenta.

Proprio il modo di operare dell’apparecchio determina una classificazione che di basa su classi diverse, dalla A alla H.

Un “ampli” in classe A è il migliore in quanto vanta valori distorsivi ridotti al minimo, anche se non presentano grande efficienza in termini di consumi energetici, raggiungendo elevate temperature interne.

Una strada migliore la si percorre optando un elementi in classe B, anche se negli altri generano distorsioni non sempre accettabili, anche se sanno offrire una potenza decisamente migliore e più incisiva.

La terza classe è quella definita come AB, a sottintendere un compromesso ottimale e prevalentemente idoneo per l’applicazione in auto.

Basta il 60% della potenza assorbita per trasemttere alle casse un buon suono a fronte di consumi ridotti. Sono dunque migliorativi nell’efficienza e nelle dimensioni, risultando più piccole.

Per quanto concerne invece l’alimentazione del subwoofer la risposta ideale è data da un amplificatore di classe D, dove il sistema di funzionamento è differente grazie a circuiti digitali interni che facilitano il controllo e donano un’efficienza aumentata fino al 75%.

Il top lo si ottiene con le classi G e H, in grado di compiere modifiche alla tensione elettrica in uscita e di avere così un maggior rendimento.

Il funzionamento di questo amplificatore è commisurato al livello di volume: più sale e più viene fornito voltaggio.

Installazione:

Il luogo ideale per installare l’amplificatore è sotto il sedile, distante circa 80-90 cm dall’autoradio in modo che si evitino interferenze, oppure nel baule.

Inoltre è fortemente concigliabile non mettere a diretto contatto l’oggetto con il telaio dell’auto, ma isolarlo don appositi gommini o piastre in grado di assorbire le vibrazioni che si avvertono durante la circolazione in strada.

L’amplificatore si scalda durante il suo funzionamento, in misura variabile in base alla sua classe: per questo è importante posizionarlo in un luogo in cui vi possa essere ricambio di aria.

Potrebbe interessarti Anche : Vivavoce per Auto quale scegliere

Prezzo:

Il prezzo è un fattore determinante nella scelta dell’amplòificatore poichè è sempre utile che prima di scegliere tu possa fissare un budget di spesa.

Amplificatore a 6-8 canali arrivano a costare anche oltre le 600 euro e sono prodotti di nicchia.

Un amplificatore per auto economico si trova comodamente a cifre inferiori a 100 euro, anche si marchi importanti.

Un prezzo medio per un oggetto capace di offrire una resa acustica di buon livello si aggira intorno a 150-250 euro a cavallo tra una segmentazione media e una medio-alta.

Prima di sceglierere valuta però anche l’investimento che dovrai fare per le casse acustiche se le tue non sono in grado di sostenere la potenza dell’amplificatore.

Ecco alcuni tra i migliori amplificatori per auto

Un consiglio, soprattutto in materia car audio e amplificazione, è di consultare e leggere recensioni, commenti e opinioni di coloro i quali prima di te hanno deciso per l’acquisto di un modello piuttosto che un altro.

In questa sezione sottoponiamo alla tua valutazione 5 prodotti che a nostro avviso risultano tra i migliori del mercato.

Migliori amplificatori per auto di fascia economica

Se desideri intensificare il tuo ascolto musicale senza spendere troppo ecco che Sony ti viene incontro con un prodotto piacevole e funzionale.

Il messaggio generale è che puoi trovare soluziuoni economiche che riescono a farti apprezzare di più la tua musica.

Sony XMN1004 Xpload:

La serie Xpload di Sony è una garanzia sotto diversi aspetti in quanto è molto riuscita in tutti i comparti in cui questa tecnologia è stata immessa.

Questo amplificatore dsi distingue per avere un eccellente rapporto qualità prezzo (lo puoi acquistare con poche decine di euro) e al tempo stesso garantire un funzionamento continuo. Infatti un parametro di fondamentale importanza riguarda il surriscaldamento:

Sony XMN 1004 Xpload riesce ad avere un controllo incredibilmente preciso della temperatura consentendo automaticamente la circolazione dell’aria in maniera ottimale.

I filtri passa alto e passa basso hanno il compito di separare l’ampliifcazione delle tonalità alte e basse e la componentistica utilizzata per la costruzione appare robusta.

Per fornire potenza vengono utilizzati dei condensatori di qualità, transistor di uscita e apposite bobine per fornire una resa audio che è molto fedele.

Il lavoro dei filtri non è affatto da sottovalutare: grazie a loro puoi avere la certezza che le tonalità alte vengano inviate unicamente agli altoparlanti dovuti e lo stesso per i bassi, i quali saranno riprodotti unicamente dai subwoofer senza interferire.

Inoltre, sotto l’aspetto del design, la scelta dei tecnici Sony è stata quella di dedicare un solo lato alle connessioni (placcate in oro), cosa che rende l’installazione più semplice e flessibile.

Puoi configurare da 2 a 4 canale, con una potenza massima in uscita pari a 1.000 Watt, con una risposta in frequenza completa che va da 5 a 50.000 Hertz. La distorzione è dello 0,05% e il rapporto segnale rumore è pari a 100 dB.

Il suono appare chiaro e cristallino nonostante sia un prodotto di fascia economica, ma il nome Sony riesce a fare la differenza.

Analogamente vi è anche il modello da 500 Watt, replicando le medesime caratteristiche del suo fratello maggiore.

Le recensioni di chi ha già utilizzato il prodotto esprimono grande positività, sia in relazione alla resa sonora che che come prezzo di mercato e qualità della componentistica.

Unico neo che si registra è una delicatezza dei potenziometri, i quali richiedono di essere maneggiati con cura.

Bass Face db2.1:

Se vuoi sperimentare un marchio economico e meno noto, questo ampli è quello che fa per te perchè hai 2 canali a disposizione a un prezzo davvero basso.

La potenza massima è pari a 800 Watt ed è pensata per enfatizzare soprattutto casse coassiali oppure subwoofer non particolarmente carichi di basse frequenze con un suono comunque ben controllato.

I filtri interni ci sono e svolgono discretamente il loro lavoro contribuendo a renderere più omogenei i suoni, distinguendoli però in base alle frequenze.

La possibilità di connettere una sorgente attraverso una presa RCA ti consente anche di arricchire l’impianto, dando ancora più valore al cui car audio.

Il design è minimalista ma non stona e ti facilita anche l’installazione.

I controlli sono tutti sul pannello posteriore mentre all’interno vi sono dei circuiti in grado di proteggere da scariche e picchi di tensione, per altri dettagli ecco la scheda Tecnica su Amazon.

Migliori amplificatori per auto di fascia media

In questa fascia di mercato vi è l’imbarazzo della scelta perchè è logicamente la parte di mercato più piena e ricca di proposte.

Inoltre qui puoi fare veramente degli affari poichè spesso capita di trovare prodotti in promozione che proprio grazie all’offerta commerciale si inseriscono a prezzi interessanti nonostante mostrino caratteristiche di categoria superiore.

Pioneer GM-D8601:

Solo a guardarlo si percepisce la qualità costruttiva di questo modello di fascia medio alta di mercato che spesso viene proposto in offerta speciale ad un prezzo inferiore a 200 euro.

Qualità, robustezza e tecnologia si mescolano insieme per fare rendere al meglio un prodotto veramente ottimo, con in più la firma di Pioneer.

Sono tantissimi gli aspetti che possono essere oggetto di valutazione di questo oggetto che se sei un fan dell’ascolto certamente non ti delude, regalandoti performance sopra le attese, come anche i tanti commenti positivi testimoniano.

Nonostante sia un modello presente da anni sul mercato riesce a donare grandi soddisfazioni risultanto tra i migliori modelli in assoluto.

La potenza massima è di 1.600 Watt in classe D, che viene ridotta a 600 Watt a seconda della configurazione dell’impianto dato che il GM-D8601 ha un solo canale che consente però fino a 4 collegamenti.

Il sistema LPF per la regolazione della frequenza del filtro passa basso avviene in maniera variabile a garanzia di un suono migliore, modellato a seconda del tipo di musica.

L’amplificatore lo puoi regolare con il telecomando, una vera chicca in grado di dare ulteriore enfasi, specialmente ai toni più bassi.

Il telaio misura 265 x 60 x 200 mm risultando anche molto compatto per un’installazione più versatile.

Una citazione speciale la merita un prodotto molto simile a questo appena descritto ma di livello leggermente differente, posizionandosi in una fascia medio alta di mercato, ma molto prossima alla categoria superiore.

Il modello in questione è l’amplificatore Pioneer GM-A4604, ricco di tecnologia e forte di un’estetica incredibilmente accattivante che ostenta eleganza.

Con tale prodotto l’ascolto è esperienza pura indipendentemente dalla musica e dai livelli di volume dell’impianto.

Piccolo, potente, leggero e dalla grande resa acustica, paragonabile a quelli più professionali.

Alpine PMX-F640 4.0:

Progettazione fine con il marchio Alpine che offre un bel prodotto ad un prezzo veramente interessante, di classe AB.

Buona la potenza di uscita di 200 Watt e la capacità di adeguarsi a impianti già esistenti, anche datati, grazie anche alla possibilità di disporre di 4 canali.

I bassi sono potenti ed enfatizzati per merito della funzione Bass Equalizer che potenzia di 40 Hertz la sensibilità e la presenza dei filtri è necessaria per smistare correttamente i suoni verso le casse acustiche di competenza, orientando i bassi verso il subwoofer e gli alti verso i mid o i tweeter.

Dal punto di vista degli impulsi elettrici e degli assorbimenti di corrente il sistema propone grande linearità e omogeneità, evitando picchi fastidiosi e dannosi impediti anche dalle protezioni di sicurezza di cui l’oggetto si avvale.

Con questo amplificatore hai la possibilità di implementare il sistema, arricchendolo anche successivamente.

Le dimensioni di 270 x 242 x 60 mm facilitano la collocazione.

Migliori amplificatori per auto di fascia alta di mercato

Sono prodotti molto interessanti quelli che si possono classificare in fascia alta di mercato e identificabili come top di gamma.

Ce ne sono molti disponibili e qui gli audiofili possono davvero trovare grandi possibilità per poter incrementare la potenza e la resa acustica del loro impianto.

Se hai un buon budget e apprezzi la musica, allora dimentica le soluzioni più economiche e rivolgiti direttamente qui.

Premesso che esistono prodotti anche più costosi e con più canali, in questo paragrafo tratteremo amplificatori per auto sotto i 300 euro, perchè appaiono più alla portata.

Audison SR4:

Un amplificatore per auto a 4 canali di classe AB che è l’ideale se hai a disposizione casse anteriori e posteriori oppure un subwoofer.

Il sistema di amplificazione è capace di gestire anche crossover in maniera personalizzata.

Questo Audison SR4 ti consente di dare un importante valore aggiunto alla tua musica in auto, ma in maniera discreta e pulita.

La resa sa essere eccellente grazie ad un sound che si percepisce equilibrato sotto ogni aspetto con una distorsione dello 0,01%, anche se i 4 canali un po’ limitano le applicazioni (immaginando un impianto super completo con più casse e un subwoofer).

Le dimensioni di 213 x 53,5 x 408 mm offrono diverse possibilità di installazione.

La potenza RMS è di 360 Watt, mentre il rapporto S/N è di 104 dB.

Uno dei grandi vantaggi di questo oggetto riguarda la possibilità di gestire dall’alto i controlli, facilitando le regolazioni.

Questi sono protetti dalla chiusura di un piccolo pannello incolore che consente quindi di visualizzare comodamente quanto impostato e anche gli schemi di utilizzo, opportunamente impressi graficamente sulla superficie.

Conclusione

Prima di scegliere l’amplificatore giusto per la tua auto devi capire l’impianto che hai a disposisione e il tuo budget di spesa.

E’ meglio orientare una scelta verso un prodotto di fascia economica ma sostenerne le prestazioni con casse adeguate, piuttosto che acquistare un amplificatore costoso e performante senza avere gli speaker opportuni.

Oltre a contenere la spesa, ottimizzi in questo senso anche il tuo ascolto e le tue orecchie te ne saranno grate.

L’impianto ideale sarebbe quello di avere autoradio (indifferentemente 1 DIN o 2DIN), casse adeguate, un amplificatore e un subwoofer per auto da posizionare sotto il sedile o nel baule.

Quando stai per scegliere l’amplificatore opta per marchi leader di settore perchè non solo hai la garanzia di un brand, ma hai anche la possibilità di beneficiare, in caso di necessità, di un servizio di assistenza più diffuso e capillare.

Per l’installazione, se non sei ferrato in materia, evita il fai da te perchè il rischio di sbagliare qualche collegamento è dietro l’angolo, compromettendo l’intero sistema.

Inoltre l’amplificatore richiede qualche particolare accortezza in fase di montaggio, per i Migliori Amplificatori per Auto è tutto, qui sotto troverai degli articoli correlati, clicca sull’articolo che ti interessa per leggerlo.