Se ti ritrovi a leggere questo articolo probabilmente stai cercando un software per editare i tuoi file Audio, che tu debba tagliare una semplice traccia da usare come suoneria per il telefono, tagliare dei campioni per la tua prima base musicale o lavorare ad una produzione musicale hai bisogno di un programma che ti permetta di eseguire queste operazioni in maniera semplice, veloce e intuitiva.

Al giorno d’oggi esistono tantissimi programmi che ti permettono di modificare i file audio, alcuni sono ottimi altri lasciano un po a desiderare, nella giungla di Audio Editing è facile perdersi, per questo motivo in questa guida vi presenteremo i Migliori Programmi per editare Audio sia gratuiti che a pagamento.

Alcuni di questi software Audio svolgono un lavoro eccellente, a seconda dei tuoi bisogni potrebbe non essere necessario acquistare un prodotto, un Software Gratuito va benissimo per la maggior parte delle operazioni di utenti alle prime armi, mentre se operi in ambienti professionali questo tipo di prodotto potrebbe essere limitante e dovrai optare per un Software Audio a Pagamento.

I migliori software gratuiti di editing audio

Nel campo del software editing audio vige la regola generale che nessuno regala nulla e che un software a pagamento offre di più rispetto ad uno scaricabile senza dover pagare alcunché.

Questo è vero, ma ciò non significa che un programma gratuito valga necessariamente meno rispetto ad uno a pagamento.

La prova la forniscono i seguenti software che si candidano ad essere sicuramente tra i migliori software di editing audio gratuiti.

Audacity:

Il suo costo è pari a zero! Questo è già un primo vantaggio.

Si tratta di un programma open source le cui funzionalità sono buone e compatibili con Windows, Apple e Linus.

Pur essendo gratis, il software ti dona la possibilità di avere disporre di importanti funzioni, quali il taglio brano, il copia e incolla di parti musicali o audio, mixare musica e applicare degli affetti in grado di migliorare l’ascolto e personalizzare il file.

Il software è maggiormente indicato per elaborare tracce Wav e MP3. Internet è ricco di indicazioni sull’impiego di Audacity e l’apporto di molti utenti che hanno avuto esperienze d’uso positive, già di per sé contribuisce a creare un background interessante che funge da manuale istruzioni aggiuntivo, con anche la spiegazione di alcuni piccoli trucchi per sfruttare al meglio tutte le potenzialità che gli sviluppatori hanno pensato e previsto.

Il software si avvale di plugin aggiuntivi (sempre gratuiti), utili per poter salvare i file nel formato desiderato (Lame MP3, ad esempio è quello per poter salvare il lavoro in formato MP3).

Riduzione del volume, controllo del riverbero, aggiunta di sfumature (dissolvenza in entrata oppure in uscita) per enfatizzare un crescendo o un diminuendo musicale, cambio di tempo e di ritmo, cambio di tonalità, amplificazione, gestione delle frequenze basse, medie e alte con un intuitivo equalizzatore, sono solo alcune funzioni di cui il programma si avvale.

L’interfaccia è piuttosto semplice e necessita di un po’ di abitudine per relazionarsi al meglio, ma dopo un’oretta che ci si trova davanti alla maschera già si riesce a comprendere di più e familiarizzare molto bene col software.

Link al Download.

Garageband:

Il software nasce per Apple ma oggi è possibile utilizzarlo anche con Windows grazie ad una versione particolare e leggermente ridotta, molto simile però a quella originale.

E’ maggiormente orientato alla musica poiché prevede la possibilità di gestire ciascuna traccia separatamente a seconda dello strumento suonato, come anche la intuitiva interfaccia riesce a mostrare.

Il programma permette di registrare audio, editare musiche e canzoni, mixare delle basi audio, aggiungere diversi effetti e fare molto altro.

Pur essendo totalmente gratuito (in molti Mac viene già installato di default all’origine), si presenta completo e in grado di soddisfare le attese.

Link al Download

LMMS:

Questo programma è fenomenale, ma devi saperci fare perchè pur essendo gratuito e open source è complicato, nel senso che è molto completo e prossimo a soluzioni più blasonate e disponibili a pagamenti.

Funziona con Linux e Windows (Linux Multi Media Studio) e le sue potenzialità le puoi scoprire non solo editando audio, ma anche arricchendo tracce musicali come avessi a disposizione una vera e propria console audio digitale.

Offre un sequencer interno, un sintetizzatore, un supporto per eseguire più tracce contemporaneamente, dei pattern ritmici che puoi aggiungere ed elaborare.

Una vera fonte importante per lavorare a livello di editor musicale.

Puoi scrivere melodie, comporre ritmiche, operare come avessi a disposizione un mixer dotato di ben 64 canali, importare midi e operare con dei plug-in esterni che ti consentono di svolgere editing audio in maniera più completa e avvincente.

Oltre alla complessità, c’è un’ulteriore problema: il manuale in italiano va cercato in rete perché spesso viene fornita solamente un’introduzione.

Link al Download

I migliori software di editing audio a pagamento

I questo campo è possibile disporre di ampia scelta.

Quando si paga, tutto diventa magicamente disponibile, possibile, completo. Almeno così avviene solitamente.

In materia, invece, non sempre è così, perché vi sono alcune proposte che prevedono aggiunta di moduli per poter sbloccare ulteriori funzioni.

Diviene importante scegliere bene fin dall’inizio, valutando ogni aspetto, secondo un rapporto costi-benefici.

Insomma, magari potrebbe bastarti un’utilitaria al posto di una super sportiva, oppure una station wagon senza ambire al furgone.

AVS Audio Editor:

Ottimo, intuitivo, pratico ed economico. Non è gratuito, è vero, ma l’investimento è di pochi euro e i vantaggi sono notevoli.

Innanzitutto consente di importare audio da un video, rendendo possibile lo scorporo per darti modo di lavorare proprio sulla musica.

Tutto si sviluppa intorno ad un’interfaccia grafica chiara e professionale, con la possibilità di individuare punti molto precisi per poter intervenire.

Moltissimi sono gli effetti a disposizione per arricchire il file audio e ottimizzarne la resa.

Oltre alle funzioni base, come taglia, copia, incolla, riduzione rumore, amplificazione, cambi di tono, il software è arricchito di ulteriori funzionalità che lo rendono capace di avvalersi di un buon valore aggiunto, restituendo un file lavorato con qualità e attenzione.

Equalizzazione e applicazione di filtri riescono a donare al sistema un tocco professionale in più, molto apprezzato.

Questo favorisce l’approccio sia di utenti principianti che di quelli più esperti.

Adobe Audition:

Il programma di editor audio completo di Adobe si presenta ricco di funzioni, ma con la richiesta di un esborso mensile o annuale.

La pulizia dell’audio, l’ottimizzazione degli effetti, avvengono grazie alla scelta di differenti opzioni presenti all’interno di un’interfaccia piacevole e moderna.

Con questo software di editing hai modo di registrare, modificare, eliminare parti di un file audio, rendendolo migliore, personalizzandolo e vivacizzandone la musica o le sonorità in genere.

Il pannello audio è molto utile perché ti consente di customizzare un brano oppure un’intervista, aggiungendo degli effetti capaci di dare un pizzico di grinta in più ai tuoi file audio.

Hai la possibilità di correggere il suono, di ripristinarlo donandogli una venatura diversa.

Il taglio di parti, la nitidezza aumentata di musica o voci, le diverse sfumature presenti in composizioni acustiche: sono tutte caratteristiche che grazie ad Adobe Audition possono diventare tue creazioni, per podcast oppure per mixaggi musicali.

Il software è acquistabile da solo oppure in pacchetto completo insieme ad altri prodigi informatici della casa. Se preferisci un servizio ancor più professionale puoi scegliere il kit più ampio e versatile, in cui il software di editing audio ben si inserisce, compatibile al 100%.

Sono moltissime le funzionalità del programma è il software è sviluppato in modo professionale per garantirti un utilizzo senza paragoni.

Non è semplice da usare e devi sicuramente prenderci la mano, acquisendo praticità e dimestichezza.

Le origini descrivono Audition di Adobe come un programma di editing audio indicato per la registrazione multi-traccia direttamente da hard disk.

Il software ha una parte dedicata alle modifiche relative alle singole tracce (vero e proprio aspetto editing), e una seconda parte riferita al multi-traccia.

Nella versione più aggiornata è pure possibile masterizzare l’intero lavoro su un cd in modo di averlo già pronto all’utilizzo.

Pro Tools:

Questo audio editor firmato Avid è molto complesso, ma si classifica probabilmente come il miglior programma in assoluto per editare musica e file audio in generale.

Il merito va ai nuovi algoritmi che sanno esser molto efficienti, lasciandoti tra le mani uno strumento di editing e mix senza eguali.

Le opzioni di acquisto sono differenti e variano a seconda del pacchetto prescelto.

Lo scopo è quello di proporre il software facendo in modo di non gravare troppo sui costi degli utenti.

Per questo vi è la versione gratuita chiamata Pro Tools First, utile per chi si approccia per le prime volte al magico mondo dell’editing audio, ma vi sono diverse possibilità di acquisto di ulteriori pacchetti che vanno ad arricchire il programma base, garantendoti tutti gli aggiornamenti.

Il programma lavora molto bene anche con le parti strumentali. Infatti una delle possibilità e funzioni più apprezzate riguarda la regolazione del suono e l’ottimizzazione delle frequenze, tutto ottenibile grazie a finestre caratterizzate da una grafica piacevole e particolarmente intuitiva.

Come scegliere i migliori programmi per editare audio

Scegliere tra i migliori programmi editor audio non è affatto semplice.

Il rischio è di andare in una direzione che si rivela poi errata o comunque deludente, a seconda dei casi. In questo caso, più di ogni altra situazione, vale la pena chiederti veramente cosa ci devi fare con un programma di editing audio.

In rete trovi di tutto, gratis o a pagamento, in vendita o scaricabili, ma non è detto che ciò che vedi possa essere quello che realmente fa al caso tuo.

In questo settore farti prendere dalla voglia è facile, almeno quanto demotivarti se non dovessi riuscire ad ottenere il risultato atteso.

Ecco le variabili da considerare prima di scegliere un software di audio editing.

Utilizzo:

Se il tuo obiettivo è unicamente quello di tagliare qualche brano per farci suoneria di cellulari, oppure ridurre il fruscio di registrazione da un brano musicale, o, ancora, modificarne la tonalità, allora il problema lo risolvi abbastanza agevolmente virando sul mercato dei software di editing audio gratuito.

Se invece hai pretese e aspettative di livello superiore, ecco che la scelta deve essere più approfondita e cercare altrove.

Gratis o a pagamento:

La scelta è proprio questa e non si scappa. Software gratuiti ce ne sono moltissimi, ma non tutti offrono le medesime particolarità e non è detto che siano poi confacenti al tuo reale fabbisogno.

Il consiglio è di cercare tra le diverse proposte che hai trovato o che ti sono state sottoposte, le caratteristiche che stai cercando in base alle tue esigenze e alle tue abitudini di utilizzo.

Così facendo potrai scoprire che vi sono software gratuiti che possono esserti di aiuto maggiore rispetto a quelli a pagamento.

Prezzo:

Il prezzo conta molto nella scelta, ma tutto parte dall’origine, ovvero dall’impiego che vorrai dare del software.

Sforare è davvero semplice: basta desiderare una funzione aggiuntiva, inserita in un pacchetto speciale, per far lievitare l’importo o il canone di abbonamento mensile.

Anche in questo caso il consiglio è di osservare le funzioni prima del prezzo e decidere poi di conseguenza.

Per un uso occasionale e privato non vale la pena investire grandi cifre anche perché i programmi liberi e gratuiti possono regalarti ottime soddisfazioni.

Diversamente, se ne fai un lavoro oppure un hobby sfrenato, ecco che potresti pensare di spendere qualcosa per avere a disposizione un software molto interessante.

Interfaccia grafica:

La scelta in base a tale parametro è molto importante.

Con internet hai la possibilità di vedere in anteprima alcune immagini di quello che sarà il software una volta aperto e installato.

Tutorial, schermate, immagini, video, sono tutti elementi che ti svelano cosa troverai quando avrai acquistato il programma.

Siccome dovrai utilizzarlo tu (oppure dei tuoi collaboratori), scegli un software audio editing che sia intuitivo e graficamente semplice.

Cerca di comprendere la disposizione delle finestre e delle maschere, i comandi, le funzioni, facendo in modo che una volta che il tutto compare sullo schermo del tuo computer tu non abbia da metterti le mani nei capelli.

In fase di scelta ricordati che non è detto che un programma dalla grafica semplice e intuitiva, debba corrispondere per forza a qualcosa di basso valore.

Funzioni:

Ciò che interessa a chi ha necessità di editare audio, sono sostanzialmente le funzioni perché è proprio in base ad esse che il risultato ottenuto viene valutato positivamente o negativamente.

Esistono Infatti delle funzioni basilari che vengono utilizzate da tutti coloro i quali svolgono editing e, in questo caso, tutti i programmi appositi dimostrano intuitività e funzionalità.

Il discorso si complica nel momento in cui sono richieste funzioni ulteriori per svolgere lavorazioni più approfondite sul file oggetto modifica.

Se hai queste necessità devi quasi obbligatoriamente ricercare software più completi col rischio di imbatterti in qualcosa che non sempre appare molto intuitivo.

Ecco perché dare uno sguardo sia all’interfaccia grafica che alle funzioni tipiche del programma, rappresenta certamente un buon inizio per poter giudicare e valutare l’impiego di un software per editing audio.

Domande Frequenti :

Presentiamo ora alcune domande e risposte che sono tipiche di chi sta valutando l’uso dei migliori programmi di editing audio.

Sono quesiti utili per compiere una scelta più razionale e vantaggiosa.

Inoltre forniscono informazioni anche a chi non è molto dentro la materia, ma desidera comunque approcciarsi con entusiasmo.

Cos’è esattamente un software di editing audio?

Un editor audio è un software per computer che ti consente di modificare un file sonoro (canzone, musica, parlato) intervenendo su alcuni parametri tipici della materia.

Lo scopo è quello di rendere qualitativamente migliore il file a disposizione, trasformandolo come idoneo per lo scopo al quale dovrebbe asservire.

Chi necessita di un programma di audio editor?

Si rivolge all’aiuto di un software di editor audio chi necessita di ottenere un risultato in base ad uno scopo ben preciso.

Una musica da associare ad una danza che rappresenta un estratto di una canzone, oppure una parte di intervista da conservare o da mandare in onda, o ancora una colonna sonora per un montaggio video, oppure un nuovo brano per mixare musica.

Un impiego molto diffuso degli editor audio è per il ritaglio di brani per farne suoneria del cellulare.

Sono moltissimi gli scopi che rendono necessario l’intervento di un programma appositamente pensato per editare l’audio: da quelli più seri e professionali, a quelli più ludici e semplici, come ad esempio la realizzazione di una suoneria del telefonino personalizzata.

In alcune situazioni il ricorso ad un programma specifico risulta obbligatorio.

C’è differenza tra un software e l’altro?

Se ti stai chiedendo se un programma vale l’altro, la risposta è categorica: assolutamente no.

Quindi attenzione a cosa e a come scegli.

Ciascun software ha le sue peculiarità, le sue caratteristiche e la sua resa.

Quindi, come spesso scriviamo in queste pagine, la scelta dipende dagli obiettivi che intendi raggiungere, dalle esigenze che hai e dalle tue aspettative.

Se vuoi ricavare una suoneria per smartphone allora ti basta davvero poco, ma se gradisci avere qualcosa di molto più elaborato allora devi puntare più in alto e preferire un editor più complesso e professionale.

La principale differenza tra le categorie di programmi editor audio consiste nella disponibilità di funzioni possibili.

Un software semplice ha inevitabilmente meno possibilità rispetto ad uno più complesso e completo.

Inoltre devi tener ben presente che il settore offre moltissime alternative non solo a livello tecnico ma anche economico.

Infatti, così come esistono diversi programmi gratuiti, ve ne sono anche molti a pagamento, da pochi euro e diverse decine di euro, per arrivare a centinaia di euro.

Prima di scegliere, devi valutare, inoltre, la compatibilità col sistema operativo del tuo computer o del tuo dispositivo: Windows, Apple, Linux, Android.

La maggior parte offre grande compatibilità, ma è bene che dedichi un paio di minuti in più alla lettura delle indicazioni riportate sulle confezioni di acquisto oppure sulle caratteristiche mostrate nelle descrizioni presenti in rete.

Cosa è possibile fare con un software di editing audio?

Con un software di editing audio hai a disposizione diverse opportunità: puoi tagliare un brano, parti di esso, unire le diverse sezioni, ridurre la rumorosità, cambiare tonalità ad una canzone, sfumarne il finale, lavorare sul volume, migliorare un’intervista che hai realizzato o un file parlato, creare degli effetti di sottofondo, ottimizzare l’uscita evitando picchi, togliere il classico fruscio. E molto altro ancora.

Le operazioni più diffuse riguardano sicuramente il taglio del file e la riduzione del brusio di fondo.

Ma vi sono anche software molto professionali che riescono addirittura a eliminare la traccia vocale di un cantante oppure a togliere uno strumento specifico dalla base musicale.

Alcune operazioni sono immediate perché rese fruibili pure attraverso i sistemi operativi dei dispositivi mobili.

Basta un’applicazione scaricata sullo smartphone o su un tablet per poter elaborare al volo e nell’arco di un minuto, un file audio.

Altre operazioni, invece, richiedono maggior tempo e conoscenza della materia e per questo il computer è lo strumento migliore.

Qual’è il principale consiglio utile per poter scegliere il programma editing audio migliore?

Il consiglio più logico, razionale e semplice è optare prima per una versione gratuita di un editor audio.

Una volta che hai familiarizzato con l’interfaccia grafica e con le metodologie di intervento, puoi decidere di fare il salto di qualità e scegliere la migliore soluzione.

E’ necessario fare una precisazione importantissima: non esiste un software migliore di un altro in assoluto.

Il giudizio deve essere basato sulle tue esigenze.

Il miglior programma editor è quello che riesce a soddisfare maggiormente le tue necessità.

Ovviamente ci sono software più completi di altri, versioni base e gratuite di programmi più evoluti, ma non è detto che tutti possano fare al caso tuo.

Prima di scegliere definitivamente è quindi consigliabile che ti appoggi ad una versione gratuita e basta che cerchi in rete o che segui i nostri consigli qui sopra per poter intraprendere la strada più giusta.

I software gratuiti spesso riescono ad asservire bene le principali funzioni più richieste dal pubblico, senza bisogno di andare a spender denaro per software complessi che nella maggior parte dei casi, a livello “amatoriale” non vengono utilizzati nella loro totalità.

Pin It on Pinterest