Se volete ascoltare la radio e al tempo stesso amplificare l’audio di televisori e altri dispositivi collegati ottenendo un’ottima resa acustica, un sintoamplificatore è proprio ciò che farebbe al caso vostro. Un apparecchio che funge da amplificatore per la televisione e che al tempo stesso vi consente la sintonizzazione radio. Ma come sceglierlo? Qual’è il miglior sintoamplificatore in commercio nel 2018? I modelli a disposizione sono molti e ciascuno si distingue per determinate caratteristiche. Ecco alcune indicazioni e consigli.

Migliori Sintoamplificatori, I più Venduti

Guida alla scelta del miglior sintoamplificatore

Se siete interessati ad un sintoampliicatore significa che amate la musica di qualità, ma non disdegnate nemmeno l’ascolto della radio. Risulta quindi importante saper scegliere bene il prodotto, in base alle proprie esigenze e attese, comparando diversi fattori.

Prestazioni

Se intendete comprare il miglior sintoamplificatore dovete dare importanza primaria alle prestazioni audio. Il televisore guadagnerà in sonorità, così come qualunque sorgente ad esso collegato. Potete apprezzare non solo la musica delle radio digitali via satellite o ascoltabili tramite il digitale terrestre, ma anche gli effetti sonori di videogames, spettacoli, eventi e films.

Nel caso in cui cerchiate un suono di qualità è meglio che vi soffermiate ad analizzare i parametri relativi al comparto audio, come le regolazioni, le equalizzazioni possibili o il grado di personalizzazione, mentre se è la potenza che più di qualsiasi altra cosa vi affascina, ecco che nel confronto tra modelli dovranno prevalere i Watt e i canali a disposizione.

Per fare un esempio, un amplificatore da 100 Watt riesce già a dare buoni risultati all’interno di un locale di 16-20 metri quadrati. Riguardo invece ai canali ammessi, disporre di un effetto dolby è sicuramente una possibilità vantaggiosa.

Connettività

All’apparecchio è possibile collegare più dispositivi e questo aspetto è importante per scegliere un sinto-amplificatore che possa soddisfare. Telefono, tablet, computer, lettore dvd, console di gioco: è possibile connettere tutto questo? Guardate alle prese che che il prodotto offre, come ad esempio USB e HDMI, osservate la posizione, che deve essere pratica e comoda. Per compiere la miglior scelta è bene valutare di cosa disponete e che tipo di connessioni vorreste avere. Verificate anche la connessione tramite bluetooth, molto apprezzata e dinamica soprattutto dai giovani, che amano ascoltare musica in streaming.

Versatilità d’uso

Radio e altro. Un sintoamplificatore lo acquisterete per ascoltare la radio ma non solo. Cercate un prodotto versatile, che vi garantisca la possibilità di connettere più dispositivi, che vi consente l’uso del bluetooth per essere più agevolati e pratici. Guardate anche alle funzioni che sono disponibili con il modello che vi appassiona, come ad esempio la possibilità di ascoltare da Spotify o Airplay.

I migliori sintoamplificatori di fascia economica

Rapporto qualità-prezzo invidiabile e prestazioni potenti per i due modelli di sintoamplificatori entry level Sony STR-DH130 e Pioneer VSX-330-K, dotati di caratteristiche importanti nonostante si posizionino un una fascia di mercato medio bassa. Chi non ha un grande budget da investire può certamente trovare due buone soluzioni con i seguenti modelli economici.

Sony STR-DH130

SONY-STR-DH130

Ottimo rapporto qualità prezzo e grande potenza audio grazie ai suoi 200 Watt. Le caratteristiche penalizzano leggermente la parte relativa alla radio, con una ricerca delle stazioni poco precisa sia in automatico che in manuale, mentre la parte relativa all’amplificazione incontra il giudizio positivo della maggior parte delle opinioni.

Merito certamente del sistema multi room che vi consente la diffusione della musica in più di una stanza. Inoltre il sistema è provvisto di un ingresso per un giradischi per poter ascoltare i vinili con buona qualità e il telecomando consente un controllo più favorevole e pratico anche a distanza.

Sono 2 i canali stereo disponibili. Dal punto di vista delle connessioni, mancano gli ingresso ottici e la presa HDMI. Ma stiamo parlando di un modello di fascia economica di mercato e quindi è naturale che non possa fornire una dotazione completa in tutto e per tutto.

Una porta riesce ad accogliere il mini jack per collegare lettori esterni o dispositivi mobili, ricavando musica di qualità anche in queste situazioni. Esteticamente si presenta bene, con un disegno pulito, ordinato e pratico, sia anteriormente che posteriormente dove si trovano le porte di collegamento.

Un prodotto consigliato a chi non è un amante dell’alta fedeltà fino all’esasperazione, ma che vuole avere un prodotto di buona resa senza dover spendere capitali importanti.

Pioneer VSX-330-K

PIONEER-VSX-330-K

Non poteva mancare Pioneer tra i migliori sintoamplificatori del 2018. Questo modello è economico e dotato di caratteristiche tipiche di modelli di fascia superiore, nonostante sia un prodotto entry level.

La tecnologia presente consente la scelta di due opzioni denominate ECO, per favorire filmati ed eventi musicali live. Inoltre è anche possibile usufruire di buona qualità con dvd e Blu-Ray grazie ad un sistema che ha il compito di riprodurre l’audio privo di compressione.

Nonostante sia un modello economico, è dotato della funzione che regola il controllo di fase, ossia un modo per sincronizzare al meglio quello che in gergo viene definito ritardo di fase, che solitamente si manifesta nelle basse frequenze attraverso i subwoofer. Riuscirete così ad ascoltare una sonorità più omogenea e fluida.

Inoltre un altro punto a favore deriva dalla possibilità di riprodurre e ascoltare audio provenienti da filmati in Ultra HD, donando un tocco di modernità al sistema audio.

Intelligente la soluzione di prevedere un ingresso usb per l’inserimento di una chiavetta con musica, oppure per caricare un telefonino.

Completa anche parte che interessa le connessioni, che a quanto già indicato, si compone anche di una presa per le cuffie, una HDMI, un ingresso digitale ottico e uno coassialle, un’uscita per il subwoofer (supporta sistemi Home Theatre fino a 5.1), 3 ingressi RCA, 2 ingressi video e un’uscita video. L’apparecchio è inoltre dotato di telecomando.

I migliori sintoamplificatori 2018 di fascia alta

Tra i sintoamplificatori top di gamma si distinguono Onkyo TX-N646 e Denon AVR-X2300per le grandi qualità sonore che sono in grado di offrire. Eccellenti al punto tale che anche gli audiofili più esigenti potranno riscontrare soddisfazione dalla resa di questi modelli, dal costo non alla portata di tutti, ma sicuramente giustificato per quello che sanno offrire.

Onkyo TX-N646:

ONKYO TX-N646

Prezzo non certo tra i più economici, ma qualità superiore a molti altri modelli. Il suo punto di forza assoluto è l’audio, il quale si presenta come un biglietto da visita di notevole impatto qualitativo.

Suona bene, come si dice in gergo, sapendo coinvolgere ed entusiasmare grazie ad una provenienza del suono che giunge dai lati, dal retro e anche dalla parte superiore: il merito è tutto del nuovo sistema Dolby Atmos in grado di elevare il livello, per accontentare anche i timpani più esigenti, con la possibilità di accettare fino a 5.1.2 canali con potenza di 160 W cadauno.

Il formato audio DTS:X è l’ultimo ritrovato che indica modernità e qualità. Le funzioni sono varie e numerose e rendono completo il prodotto, ponendolo tra i modelli in assoluto più ricercati e venduti. Dotato di 8 ingressi e 2 uscite HDMI è in grado anche di accettare un ingresso per giradischi, per gli amanti del vinile. Inoltre spazio alla connessione senza fili.

La programmazione e l’impostazione richiedono un po’ di pratica, in quanto il prodotto appare completo come funzioni e caratteristiche.

Denon AVR-X2300

DENON-AVR-X2300

In assoluto un sintoamplificatore tra i migliori del mercato, a partire da un design molto elegante. Il suo meglio lo offre se abbinato ad un impianto di home theatre e presenta una buona scelta di connessioni, sia tramite cavi che wireless, inoltre permette l’invio di file audio e video al televisore per poterli apprezzare al meglio.

La vera chicca di questo prodotto è la seguente: il dispositivo è provvisto di un suo microfono in grado di percepire l’ambiente e ottimizzare l’ascolto al meglio in base all’acustica presente al momento. L’audio è sicuramente il comparto più apprezzato ed è anche dove il Denon AVR-X2300 ha i suoi principali punti di forza. Il dolby Hd è un altro plus unico di questo sintoamplificatore. La diffusione può essere garantita anche in un secondo locale attivando la funzione multi stanza.

La parte radio è molto versatile grazie alla possibilità di avere accesso alle stazioni radio via web. La potenza dei 7 canali ammessi è di 150 Watt cad.

L’interfaccia è pratica e intuitiva nell’impostazione dei parametri relativi all’audio, la cui gestione è possibile anche da un’apposita applicazione per tablet e smartphone.

Alcuni particolari realizzati in plastica sulla parte anteriore non incontrano il parere favorevole di alcuni utenti, ma più che altro per una questione estetica e non certo funzionale.

 Sintoamplificatori Di fascia Media e Alternative

Dopo aver visto i migliori sintoamplificatori appartenenti alla fascia economica e quelli che invece sono capaci di soddisfare anche le orecchie più esigenti senza troppo badare al portafoglio, ecco alcuni suggerimenti di modelli intermedi.

Yamaha MusicCast RX-V581 Sintoamplificatore AV 7.1:

YAMAHA-MUSICCAST-RX-V581-SINTOAMPLIFICATORE-AV-7.1

Un modello in grado di supportare un sistema audio surround 7.1, munito di connessione senza fili per cuffie, connessioni e speaker.

La grande innovazione del modello la si intuisce direttamente dal nome del modello, interpretando la tecnologia MusicCast tipida del brand giapponese, che consente, grazie ad un’app pensata appositamente, una più facile gestione delle funzioni e dell’audio. Potete dunque interagire direttamente non solo con il sintoamplificatore, ma anche con altri altoparlanti, dispositivi, soundbar, creando una vera e propria rete, al fine di personalizzare la resa sonora dell’intero sistema.

Se siete esperti allora potreste optare per la modalità più completa, se invece vi state approcciando alla materia potresti sfruttare la modalità semplificata di base per capire il funzionamento e poi accrescere la vostra esperienza.

In ogni caso è ammesso il collegamento WiFi ad un router per accedere alla rete internet, oppure, con il modo WiFi Direct prendere musica direttamente dal telefonino tramite Music Play d Airplay.

Ottima la resa sonora del modello e il merito va ai sistemi studiati da Yamaha e integrati in questo sintoamplificatore, caratterizzati dalle varie codifiche audio e dolby.

Dal punto di vista estetico il prodotto si presenta elegante e si percepisce che non rientra nella fascia più economica di mercato.

Denon AVR-X520BT:

DENON-AVR-X520BT

La marca è una garanzia, la tecnologia anche ma soprattutto il comparto audio è di livello assoluto, che porta il modello Denon AVR-X520BT ad essere uno tra i migliori in assoluto dell’anno. Sono 5 i canali, da ciascuno dei quali esce musica fino a 130 Watt di potenza, sapendo soddisfare anche chi ricerca potenza. Il setup viene effettuato mediante un apposito microfono in maniera comunque semplice e intuitiva.

Tra ingressi e uscite vi sono buone soluzioni, tra prese usb, HDMI, ottiche e supporto per i filmati 4K, permettendovi grande flessibilità.

L’applicazione specifica vi permette il controllo tramite bluetooth delle principali funzioni, a testimonianza che il dispositivo, oltre che essere di qualità, è anche estremamente pratico.

Il punto di forza è certamente la capacità di offrire un audio qualitativamente valido, senza troppi compromessi, scelta molto apprezzata da parte dei clienti. Il prezzo non è da entry level, ma nemmeno troppo esagerato, dando modo a chi è in cerca di soluzioni intermedie di qualità di poter beneficiare di un prodotto interessante e in grado di soddisfare

Harman Kardon AVR 151S

HARMAN-KARDON-AVR-151S

Il brand è tra i migliori in assoluto del panorama audio mondiale, è questo giustificherebbe già di per sè l’acquisto. Conosciuto per essere un marchio piuttosto costoso, in questo caso colloca nel settore un prodotto caratterizzato da un rapporto qualità prezzo fortemente vantaggioso, soprattutto se vi accontentate del modello meno potente, da 375 Watt (la versione da 700 Watt è molto più costosa). Sono infatti 75 Watt per canale quelli che il modello può erogare ed esaltare la musica proveniente anche da dispositivi digitali di diverso tipo, da smartphone Apple o Android a chiavette USB, con la possibilità di ascoltare un audio in dolby.

Con questa serie avete a disposizione un potente e versatile ricevitore audio video che supporta un sistema di canali 5.1, pensato per coloro i quali pretendono un miglioramento prestazionale dell’audio derivante dal proprio home entertainment. Il suono è una delle migliori qualità di questo prodotto: chiaro, pulito, senza distorsioni. Le parti in plastica, secondo chi sta utilizzando l’apparecchio da diverso tempo, appaiono un po’ delicate.

Libero accesso anche all’ascolto da Spotify mediante Connect, la funzione destinata a tale scopo, che rende possibile ascoltare musica in streaming, anche da portali di radio online e web radio. Esteticamente si presenta molto elegante e discreto: la finitura lucida e i piccoli tasti offrono un’impressione minimalista e pulita, ideale per voi che ponete attenzione anche allo stile.

Pioneer VSX-924-K:

PIONEER-VSX-924-K

Un ottimo prodotto dal prezzo medio alto, ma con connotazioni degne di una fascia di mercato superiore alla media, grazie ad una dotazione molto completa, senza compromessi e a un comparto audio di prim’ordine assoluto.

L’applicazione dedicata vi permette di gestire le principali funzione agendo sul tablet o sullo smartphone, senza necessità di particolari software. Oltre a valorizzare l’audio di film, eventi sportivi, concerti e dispositivi mobili, questo Pioneer non teme confronti nemmeno con i formati più recenti e qualitativamente elevati, avendo a disposizione diverse codifiche audio.

L’audio è il vero punto di forza del prodotto e per una miglior ottimizzazione la tecnologia opera un check tra tutti i diffusori abbinati (fino a 7 con potenza fino a 150 Watt) e verifica la loro posizione e il loro stato, parametrizzando di conseguenza i migliori valori per una resa massima, che varia a seconda del locale e delle condizioni. Il Pioneer VSX-924-K sa mettere a disposizione la realtà virtuale e proporre ben 11 regolazioni surround. Inoltre ottimi risultati vengono elargiti anche dal subwoofer.

Le connessioni possibili sono molteplici e anche con esse la resa audio non tradisce le attese, nemmeno con l’ascolto in streaming da Spotify: anche in questo caso la regolazione manuale dell’equalizzatore è resa possibile. Se volete cercare il miglior sintoamplificatore, dovete assolutamente considerare questo modello in grado di regalare soddisfazioni sotto ogni aspetto.