Le Vpn Sono Legali In Italia?

  • By: Alessio
  • Data: 20 Luglio 2022
  • Tempo di Lettura: 5 min.

Da alcuni anni ormai, le Vpn( Rete Virtuale Privata), sono diventate uno degli strumenti più apprezzati e utilizzati dalla maggior parte delle aziende, in quanto in grado di instaurare una connessione privata tra uno o più soggetti.

Il principale utilizzo di questa connessione è quindi quello utile a contrastare i moltissimi pirati e truffatori che ogni giorno commettono decine di reati in rete accedendo in maniera del tutto abusiva e illegale ad account protetti e sottraendo importantissime informazioni personali.

Navigare su internet quindi, sebbene presenti moltissimi vantaggi e sia diventato parte integrante della vita di ognuno di noi, può esporti a moltissimi rischi, capaci di mettere a rischio i tuoi dati.

Il modo più semplice e più comune per ridurre sensibilmente rischi di questo genere è quindi affidarsi alle Vpn, servizi di rete creati appositamente per proteggerti e assicurarti un buon livello di sicurezza semplicemente permettendoti di effettuare ricerche in incognito.

Nonostante siano molto utilizzate, a oggi l’utilizzo delle Vpn è caratterizzato da un’importante controversia: la presunta illegalità in alcuni paesi, tra cui il nostro.

Più avanti, nel corso dell’articolo, ti spiegherò in modo dettagliato ogni aspetto legale riguardante questa ret privata, rispondendo a ogni domanda e sciogliendo ogni eventuale dubbio.

Prima di farlo però, è necessario che ti fornisca una breve definizione di Vpn, utile, tra l’altro, anche a chi non presenta proprio eccessiva confidenza con la rete.

Come detto in precedenza, le VPN sono un sistema che permette di navigare in internet anonimamente, in maniera tale da proteggere la propria persone o altrettanto spesso la propria azienda dai moltissimi hacker che ogni giorno attentano alla sicurezza dei dati e delle informazioni presenti sul web.

Ciò che però rende illegale le Vpn in alcuni paesi la possibilità che questa possa eludere eventuali controlli da parte dello stato.

Ecco quindi in seguito tutto quello che c’è da sapere riguardo questa particolare modalità di navigazione.

Quando l’utilizzo di una Vpn viola le legge?

Quando l'utilizzo di una Vpn viola le legge?

Fondamentalmente, grazie all’aperienza che ho accumulato negli anni, ti posso dire che una Vpn diventa a tutti gli effetti illegale in due casi: se il governo ne vieta l’utilizzo o, in alternativa, se questa viene usata per scopi criminali, attività illegali online, tra cui hackeraggio, cyberstalking e la vendita o il download di informazioni private.

Nonostante questi siano i principali casi di utilizzo illegale del servizio di navigazione in incognita, si possono presentare ulteriori problematiche qualora deciderai di utilizzare queste ultime con lo scopo di bypassare eventuali restrizioni di tipo geografico.

Come anticipato questo rappresenterebbe un problema, ma non un atto illegale. Di conseguenza, sebbene utilizzi di questo genere possano scaturire alcune penalizzazioni, non ci sarebbero conseguenze gravi.

Quale ragione vieta l’utilizzo delle Vpn in alcuni paesi?

Premesso che sono davvero pochi i paesi a dichiarare l’uso delle Vpn illegale, Cina e Corea del Nord su tutti, è sfruttando tale navigazione privata è possibile aggirare alcune leggi.

I governi delle nazioni sopracitate hanno da tempo limitato la libertà in rete e, allo stesso modo, quella di stampa.

Di conseguenza, sarà impossibile trovare nei due paesi asiatici siti, blog e profili social in contrapposizione con l’operato di capo di stato e ministri, in quanto verrebbero bloccati dopo pochi istanti.

Nonostante queste importanti misure di sicurezza, per alcuni è comunque possibile superare le restrizioni e utilizzare Vpn o server proxy, utili anch’essi per mantenere l’anonimato.

Le principali ragioni che spingono i governi a bloccare o quanto meno limitare l’uso delle Vpn sono sicuramente il controllo e la censura delle informazioni e il monitoraggio delle abitudini e dei comportamenti dei cittadini.

Altre nazioni invece, come per esempio l’Iran, hanno adottato questa politica con il fine di facilitare la lotta alle moltissime organizzazione terroristiche presenti sul territorio.

L’Italia è tra le nazioni che ne vieta l’utilizzo?

Fortunatamente no. L’uso delle Vpn in Italia è perfettamente legale e non vi è alcuna restrizione a riguardo.

Nel capitolo precedente ho nominato tre importanti nazioni che hanno reso questo servizio di navigazione illegale, anche se in realtà la lista è molto più lunga.

Anche se alcuni di questi non presentano norme ben chiare sulle Vpn, il consiglio è quello di evitare per quanto possibile di navigare su internet in tale maniera, in quanto sicuramente potrebbero esserci risvolti negativi, spesso anche gravi.

Oltre alla Turchia, le altre due nazioni europee che hanno bloccato da tempo il servizio offerto dalle Vpn sono Russia e Bielorussia, mentre nel resto del mondo sono Emirati Arabi Uniti, Uganda, Turkmenistan, Siria, Oman, Egitto e Iraq i paesi che si uniscono a Cina e Iran.

Cosa rende legale l’uso di una Vpn

Malgrado le nazioni appena nominate abbiano severamente vietato l’utilizzo delle Vpn, in realtà proprio l’uso di questi servizi è caldamente consigliato, soprattutto in determinati casi specifici.

È pensiero comune considerare le Vpn come un metodo vantaggioso ed efficace per proteggere la privacy e per aumentare la sicurezza online.

Tra le motivazioni che rendono la rete virtuale privata fondamentale per navigare in rete ci sono sicuramente la possibilità di preservare la privacy in quanto questa offre un’alta protezione da attacchi hacker, la grande sicurezza nella navigazione sulle reti pubbliche, connessioni spesso soggette a interferenze, lo scarso grado di rischio nel trasferimenti di dati sensibili, la capacità di poter aggirare limitazioni di tipo geografico e, altrettanto importante, evitare attività criminali come cyberbullismo e cyberstalking.

Per quale ragione quindi le Vpn non sono particolarmente ben viste?

A questo punto della lettura, dopo aver compreso tutti i vantaggi relativi all’utilizzo delle Vpn, ti starai interrogando sul perché le Vpn non godano di ottima reputazione nonostante il largo uso nella maggior parte del mondo.

La risposta migliore a questa domanda è che in molti utilizzano le Vpn a scopi criminosi, conducendo quindi attività illegali sul web.

Anche nei paesi che non presentano restrizioni riguardo l’uso delle reti virtuali private e che anzi, ne raccomandano l’utilizzo al fine di proteggere importanti informazioni personali, questo sistema può essere la maniera più semplice per svolgere attività illegali sfuggendo al controllo delle forze dell’ordine che, nella maggior parte, non potrebbero fare assolutamente nulla.

Scaricare documenti illegalmente o commettere altri reati in rete risulterebbe senza dubbio molto meno rischioso utilizzando le Vpn, il cui funzionamento permetterebbe il mantenimento dell’anonimato.

Principalmente la ragione per cui in molti non vedano di buon occhio questo particolare sistema di navigazione è questo, del tutto simile al discorso che è possibile intraprendere riguardo il browser tor, altrettanto controverso.

Detto ciò ti ricordo ancora una volta che qualora decidessi di utilizzare una Vpn con fini legali, non potrai essere soggetto ad alcuna sanzione e anzi, l’uso di queste è spesso vivamente consigliato, ovviamente ammesso che sia accettato dalla nazione in cui ti trovi.