Chi proviene dal mondo delle chitarre elettriche e vuole sperimentare le sonorità che possono garantire le versioni acustiche potrà trovare molto interessante provare le chitarre acustiche amplificate. In tutte le occasioni in cui c’è bisogno di esibirsi live o si deve registrare la propria esecuzione, la chitarra elettroacustica rappresenta la soluzione più efficiente per aumentare la fedeltà del suono riprodotto e assicurare una giusta propagazione anche in ambienti più grandi.

Esistono moltissimi modelli di chitarre acustiche elettrificate, che variano tra loro non solo in funzione delle specifiche caratteristiche della cassa acustica e dello strumento in sé, ma anche della qualità del sistema di amplificazione che montano. Se hai dei dubbi in proposito, sei nel posto giusto: di seguito daremo tutte le indicazioni più utili su come scegliere una chitarra acustica amplificata, oltre a fornire degli interessanti esempi dei modelli migliori, classificandoli a seconda del prezzo di acquisto.

Cosa sono le chitarre acustiche amplificate?

Chitarre-Acustiche-preamplificate

Normalmente uno strumento acustico può essere amplificato, quando occorre assicurare la massima potenza del suono e permettere di far emergerne il timbro anche in presenza di altri strumenti elettrici (come tastiere, chitarre elettriche, ecc.), semplicemente posizionando un microfono davanti alla sua cassa.

Tuttavia, esistono anche modelli preamplificati (o elettroacustici), che recano all’interno del corpo un sistema di elettrificazione già pronto all’uso: in sostanza, all’interno della cassa è installato un microfono (generalmente sotto il ponte), che presenta all’esterno dello strumento un pannello con cui regolare il volume, un equalizzatore e, talvolta, anche un accordatore elettronico.

La chitarra preamplificata, inoltre, presenta un ingresso jack, collegato all’impianto: in questo modo, basterà collegare direttamente lo strumento all’impianto acustico per diffondere i suoni prodotti attraverso le casse, come se si trattasse di una chitarra elettrica. 

La differenza principale rispetto ai modelli acustici sta, quindi, nella presenza di componenti elettriche, che offrono la possibilità di trasmettere direttamente il suono emesso dalla cassa acustica ad un amplificatore.

Questo aspetto ha permesso ai costruttori di chitarre elettroacustiche di poter intervenire a ridurre il corpo dello strumento, che si presenta più sottile rispetto ai modelli ordinari. Esistono, tuttavia, anche chitarre che presentano la medesima struttura delle versioni acustiche, dove l’unica differenza è data dalla presenza del microfono collegato al jack di riproduzione.

Se Vuoi Migliorare la tua Tecnica, il Tocco o la Pletrata consigliamo questi 3 Video Gratuiti dai Quali potrai cogliere delle Ottime informazioni che ti aiuteranno a Suonare Meglio, eccoti il link ai Video.

Cosa valutare in una chitarra elettroacustica?

Le migliori chitarre acustiche amplificate assicurano una enorme variabilità di suoni e di possibilità per il musicista. Infatti, oltre all’ovvia necessità di procurarsi un amplificatore, la componente elettronica può essere utilizzata per aggiungere pedali per effetti, così da mescolare stili e generi esecutivi, creando un mix tra acustico ed elettrico che può affascinare anche i chitarristi più esperti. Allo stesso tempo, gli strumenti elettroacustici permettono di ottenere suoni piacevoli, su cui incidere con virtuosismi ed estro creativo del momento. 

Questi elementi spiegano con molta chiarezza il successo riscosso dagli strumenti elettrificati, ma forniscono anche spunti per riflettere sul tipo di caratteristiche che dovrebbe presentare un modello per superare un vaglio minimo di qualità.

Sicuramente, occorrerà valutare le specifiche relative alla parte tradizionale dello strumento, quindi tipologia di materiali impiegati, forma e dimensioni della cassa, leggerezza, comodità del manico, e così via. Se vuoi dei dettagli in proposito, ti consigliamo di dare un’occhiata al nostro articolo Chitarre acustiche – Come scegliere la miglior chitarra acustica.

C’è poi da valutare la componente elettrica: qui a farla da padrone è la qualità del pickup, cioè il filtro che permette di qualificare il tipo e le caratteristiche del suono amplificato.

Ne esistono di due diversi tipi: pickup singolo e doppio. Il primo è caratterizzato da una emissione sonora più dolce, con tonalità chiare e definite; il secondo invece, restituisce delle sonorità sfumate, probabilmente indicate a generi musicali più sperimentali o viranti verso l’elettronica che alla tradizionali ballate romantiche.

Infine, la presenza delle componenti di amplificazione influisce anche sul lato estetico, dal momento che esistono modelli che non vengono alterati eccessivamente dalla presenza di quadri di controllo e altri, invece, che presentano una maggiore invasività rispetto alle chitarre tradizionali. 

Tutto quanto detto finora ci porta quindi alla domanda più importante: come scegliere una chitarra acustica amplificata? Di seguito forniremo alcuni esempi del genere, dividendo i modelli che abbiamo considerato migliori per fascia di prezzo: troverai sicuramente qualche strumento che fa al caso tuo, o, comunque, delle ottime indicazioni per orientarti in questo mondo ibrido e affascinante, al confine tra elettrico ed acustico.

Le Migliori Chitarre Acustiche Amplificate, Le Scelte Di CassesenzaFili.com

NomeCaratteristicheIdeale PerVoto
Yamaha FX370C CutawaySuono nitido e versatile.Livello Principiante e Intermedio7
Fender CF140SCESuono chiaro e corposoLivello Intermedio e Avanzato8.5
Eko Ranger CW EQ Brown Sunburst VAN-3LIspirata ad uno strumento leggendarioLivello Principiante e Intermedio7
Ibanez PF15ECE-BKStruttura solida e comoda da sostenerePerfetta per chi è alle prime armi8
Washburn wlo20sceSuono ottimo anche senza amplificazioneConsigliata sia a professionisti che neofiti8.5
Lindo VERSIONE MANCINA-InfinityVersione per ManciniConsigliata sia a professionisti che neofiti8
Crafter GAE 648 CDSuono eccellenteLivello Avanzato e Professionisti9.5
Epiphone EMECVSNH3 DR-500MCEElettrificazione a doppio impianto unica nel suo genereLivello Avanzato e Professionisti10

1) Yamaha FX370C Cutaway.

Ad aprire la nostra lista uno degli esempi che si fanno normalmente di miglior chitarra acustica elettrificata. Nonostante il suo prezzo, peraltro, la FX370C può essere iscritta all’interno delle chitarre acustiche amplificate economiche, in considerazione dei modelli molto più costosi che esistono in commercio.

Strutturalmente si presenta identica alla sua versione acustica F370, e quindi mostra un top in abete, con fascia e retro nato, tastiera in palissandro e manico relativamente sottile per garantire un’ottima suonabilità anche ai chitarristi meno bravi. Il vero elemento rivoluzionario è un design cutaway, che rende questo strumento ancora più comodo da suonare, facilitando il movimento delle dita sulla scala anche fino agli ultimi tasti.

Per quanto concerne la componente elettrica, la FX370C è dotata di un preamplificatore incorporato, con pickup singolo posizionato sotto la sella, equalizzatore a 3 bande lungo la fascia che consente il controllo delle frequenze medie e master volume. Il suono che emette è potente e di qualità discreta, il che la rende uno strumento versatile, adatto sia ai principianti che ai musicisti più esperti, che potranno impiegarlo in uno svariato repertorio di generi musicali.

  • Un sistema di preamplificazione più che discreto, tenuto conto del costo relativamente basso
  • Presenta i medesimi vantaggi strutturali del modello F370, tra cui un suono nitido e versatile.
  • Il settaggio standard a volte non si presta ai maggiori virtuosismi, ma per questa categoria di prezzo è più che comprensibile. 

2) Fender CF140SCE

Passando ad un range più elevato in termini di costo, questo modello assicura tutta la qualità delle componenti e dei materiali Fender ad un prezzo più che conveniente. 

La chitarra è folk style con spalla mancante, ed è composta da una tavola in abete massello, con fondale e fasciatura in mogano, così come in mogano è il manico, mentre la tastiera è in palissandro.

Queste caratteristiche rendono il suono ricco e corposo, mentre lo strumento presenta un design che riesce ad essere originale, grazie al collo irregolare, pur non discostandosi dalla tradizionale tavola in legno. Nel complesso, il modello CF140SCE è piuttosto robusto e si presta benissimo ad essere una chitarra da utilizzare anche in situazioni “estreme”.

Dal punto di vista dell’amplificazione, monta un sistema pickup Fishman Presys, con meccanismo di equalizzazione attiva e accordatore elettrico. Questi elementi assicurano un suono molto ricco, corposo e vibrante, tra i migliori che si potrebbe ascoltare da chitarre di questa categoria.

Non a caso, pur essendo un prodotto di fascia medio-alta, mantiene un ottimo rapporto qualità prezzo, che ne fanno uno strumento ideale per chi vuole provare il brivido dell’elettrico senza dover acquistare modelli più costosi. Altro elemento da valutare positivamente è la presenza di un ricco set di accessori: custodia, equalizzatore e accordatore, molto apprezzati dai chitarristi.

  • Suono chiaro e corposo, che mantiene intatte queste caratteristiche anche quando la si suona senza amplificazione
  • Un’estetica made in Fender con particolari inserti e personalizzazioni accattivanti
  • Versatile, adatta soprattutto alle esibizioni, ma si presta egregiamente anche a sessioni di studio e di registrazione.

Pur essendo una Fender, alcuni tratti della rifinitura non corrispondono agli standard dell’azienda, ma si tratta di un aspetto tutto sommato trascurabile visto il costo relativamente contenuto

3) Eko Ranger CW EQ Brown SunBurst VAN-3L

Si tratta di una chitarra elettroacustica economica, ma tutto sommato realizzata con cura e assemblata con materiali di discreta qualità. Si presenta come una chitarra a spalla mancante, il cui corpo è costituito da abete laminato rosso, mentre il laterale è in tiglio.

La cassa acustica restituisce un suono più che gradevole e convincente, mentre dal punto di vista estetico solo la presenza di capotasto e sella in plastica non è particolarmente piacevole da vedere.

Per quanto concerne il sistema elettrico, questo modello monta un Eko Van 3L, che tutto sommato assolve pienamente alle sue funzioni, senza essere particolarmente in sofferenza anche con le esecuzioni più lunghe. Si tratta, all’evidenza, di un prodotto entry level, studiato e concepito esclusivamente per chi acquista per la prima volta una chitarra e vuole divertirsi con la variante elettroacustica senza spendere troppo.

  • Una delle chitarre acustiche amplificate più economiche in commercio
  • Nel complesso si tratta di uno strumento che restituisce un buon feedback per i principianti e per quanti suonano per divertimento.

Esteticamente ben fatta, sono sgradevoli gli inserti in plastica rispetto alle molte varietà di legno utilizzate;
La pecca principale è l’assenza di agganci per la tracolla, che la rendono molto difficile da suonare in piedi. 

4) Ibanez PF15ECE-BK

Questa Ibanez dreadnought di colore nero e finitura lucida, impiega una tavola in abete rosso, mentre manico, fondale e fasciatura sono in mogano, e la tastiera in palissandro. Esteticamente curata e ben fatta, presenta tasti dots e una meccanica con pickup Ibanez Under Saddle e Tuner. 

Si tratta anche in questo caso di un prodotto economico, ma che può stupire anche i chitarristi di lungo corso grazie ad alcuni dettagli ben studiati: la presenza di chiavi esattamente inserite, la cura nella definizione del manico, che peraltro è molto comodo da impugnare, la rendono una chitarra versatile e da utilizzare anche per suonare in pubblico.

Il sistema di amplificazione prevede un pickup Ibanez Under Saddle preamplificato e la presenza di un tuner che permette di accordare rapidamente la chitarra: il risultato è un discreto bilanciamento tra alti e bassi che inibisce l’emanazione di sonorità troppo stridule o troppo cariche. Per principianti, ma anche per un chitarrista esperto che vuole passare alle preamplificate senza spendere troppo. 

  • Struttura solida e comoda da sostenere
  • Semplice da suonare, perfetta per chi è alle prime armi.
  • Carico e nitido, ma un po’ anonimo rispetto ad altri prodotti della categoria.

5) Washburn WLO20SCE

Washburn WLO20SCE è una Chitarra pre-amplificata in formato western, con corpo in abete sikta particolarmente robusto, manico in mogano, fondo, fasce, ponte e tastiera a 21 tasti in palissandro, dipinta con finitura opaca naturale.

Le meccaniche prevedono bottoni Ebonite e chiavi e tastini in cromo. Si tratta all’evidenza di uno strumento che utilizza una buona scelta di legni e dettagli molto piacevoli alla vista e al tatto, come le cromature nere; inoltre, si riscontra qualità di manifattura nella presenza di sella e capotasto in Nubone e per gli intarsi sulla rosetta. 

Il design è quello di una cutaway, con tastiera fine e molto scorrevole, apertamente ispirata a quella delle chitarre elettriche; per questo sono presenti anche un’action piuttosto alta e corde di qualità che rendono il suono molto gradevole anche in assenza di amplificazione. 

Questo strumento monta un sistema di preamp Fishman ISYS+301T e accordatore di ponte: le sonorità garantite sono particolarmente brillanti e voluminose, specialmente se ci si abbina un pedale di tipo acustico (da acquistare a parte). Essendo un prodotto di una certa qualità, il suo prezzo è decisamente superiore ad altri strumenti presenti in questa classifica, anche se non arriva alle cifre dei modelli più costosi. 

  • Grande cura e qualità dei materiali e delle meccaniche inserite
  • Suono ottimo anche senza amplificazione, se collegata alla spina restituisce un sound potente e ricco di sfumature.
  • Il prezzo è abbastanza alto rispetto alla media.

6) Lindo Infinity Nero ORG-SL

Decisamente più abbordabile della precedente, questa chitarra elettroacustica è indirizzata ai suonatori mancini, presentando un manico e una tastiera in palissandro con intarsi molto belli. Il corpo è nero, mentre il manico e la paletta sono in bridge pins, con il logo metallico in evidenza.

La cassa è particolarmente sottile, il che rende praticamente inutilizzabile la Lindo Infinity in assenza di amplificazione. Tuttavia, questo aspetto risalta con la comodità del collo, che rende particolarmente maneggevole la chitarra in ogni circostanza. 

Il preamplificatore è un F-4T che comprende anche un accordatore con interfaccia LCD integrato, che permette accordature in movimento e sullo stage molto semplici da gestire. L’ingresso jack si trova in una posizione ottimale per il collegamento con un amplificatore PA o con altri dispositivi di registrazione. 

Nel complesso, la Lindo Infinity una chitarra acustica amplificata di fascia media particolarmente buona dal punto di vista qualitativo e delle sonorità garantite.

  • Buon rapporto qualità/prezzo
  • Estetica delicata e ricca di dettagli
  • Manico comodissimo, quasi da chitarra elettrica.
  • Il suono è troppo basso se la si vuole suonare unplugged.

7) Crafter GAE 648 CD

Passando a modelli di fascia alta, questa Crafter elettroacustica con disegno western presenta una grande cover di cedro e spalla mancante, che le conferiscono un’incredibile leggerezza anche a fronte del pickup singolo Crafter-lr Baggs.

La tastiera in palissandro ospita un set di corde medie rivestite in bronzo fosforoso, che regala loro un colore brillante e contribuisce al risultato di far apparire davvero bellissimo questo strumento. Il manico con collo in mogano assicura invece una salda presa, consentendo anche una estrema libertà di articolazione, ideale per i performer alle prese con le esecuzioni più difficili. Nulla da aggiungere sul suono, che è davvero potente e melodioso: non a caso questo modello si fa pagare non poco, al prezzo di avere però a disposizione una delle migliori chitarre acustiche amplificate.

  • Modello solido ed elegante
  • Suono eccellente
  • Ottimo sistema di amplificazione.
  • Il prezzo di questo modello è leggermente alto, considerando che aggiungendo alcune decine di euro ci si può assicurare anche grandi firme.

8) Epiphone EMECVSNH3 DR.500MCE

E veniamo all’ultimo dei modelli di chitarre acustiche amplificate che vogliamo proporti. Questo strumento è tra i migliori per la categoria e, pur essendo il più costoso di quelli finora visti, vale davvero fino all’ultimo centesimo (e forse anche qualcosa in più).

Oltre a poter contare sulla struttura di grande qualità tipica degli strumenti Epiphone, questa chitarra monta due sistemi Shadow diversi, un pickup piezo Nanoflex e un Nanomag sul ponte: questi due elettrici possono essere miscelati tra loro per creare un grandioso effetto stereo, grazie anche alla presenza di due output jack separati, ciascuno collegabile ad un amplificatore diverso. 

Dal punto di vista dell’aspetto, siamo di fronte ad uno strumento con raggiera vintage, evocativo dei tempi d’oro del rock, impreziosito da un corpo in massello e top in abete sitka e dall’assenza di fastidiosi inserti laminati. D’altra parte, la qualità dei suoni assicura un suono unplugged sorprendente, grazie allo spazio riservato alla cassa acustica e solo in minima parte intaccato dall’impianto elettrico. La Epiphone EMECVSNH3 DR.500MCE è una chitarra elettroacustica davvero preziosa, con una qualità elevatissima ad un prezzo davvero accettabile. 

  • Strumento dal fascino intramontabile, ricco di finiture bellissime
  • Suono bilanciato già senza amplificazione, ma davvero notevole quando si attiva l’impianto elettrico
  • Elettrificazione a doppio impianto unica nel suo genere.
  • E’ davvero difficile trovare qualcosa che non vada in questa chitarra.