Siete nuovi nel mondo di vinili e giradischi e non sapete con quale prodotti iniziare? Il giradischi Lauson CL145 è un ottimo prodotto di fascia media, un buon compromesso per chi si avvicina al mondo del vinile.

Lauson CL145: caratteristiche del prodotto

Il CL145 unisce le tradizionali funzioni di un giradischi alle esigenze moderne. È costruito in materiale plastico, è poco ingombrante, con una lunghezza di circa 35 centimetri ed un peso inferiore ai 3 chilogrammi. Ma la caratteristica sicuramente più interessante è la capacità di convertire i vostri vecchi vinili in in mp3. All’interno della confezione del giradischi troverete il cd di installazione del Software Audacity, un software opensource compatibile con tutti i principali sistemi operativi: Windows, macOS e Linux. Audacity è in grado di editare e registrare le tracce audio e di convertire le estensioni dei vostri file. Per fare questo è necessario semplicemente connettere il giradischi al computer tramite in cavetto USB già presente nella confezione.

Inoltre è dotato, dal punto di vista tecnico, delle componenti essenziali di un buon giradischi:

  • Due casse stereo laterali incorporate 1W RMS
  • Uscita rca per collegare l’amplificatore,
  • Un jack da 3,5 per collegare il giradischi ad una fonte esterna ed al computer,
  • Uscita per le cuffie,
  • Autostop se si vuole che il disco si fermi quando arriva alla fine
  • Regolazione dei toni alti e bassi
  • Regolazione dei giri
  • Tappetino
  • Puntina di dimensioni standard (2,5-3 grammi)
  • Regolazione del volume.

Tra queste la caratteristica più interessante è probabilmente la possibilità di decidere a quanti giri ascoltare il vostro disco, a 33 o a 45 giri. A seconda dei giri il disco può infatti essere ascoltato ad una migliore qualità.

Tra i difetti del giradischi Lauson CL145 possiamo citare l’assenza della leva per alzare ed abbassare il braccetto, si rischia di graffiare il vinile se non si è molto esperti. Inoltre le casse non hanno un volume altissimo.

  • Buon rapporto qualità prezzo,
  • Possibilità di regolare i giri del vinile,
  • Cd di installazione di Audacity incluso,
  • Possibilità di convertire i dischi in mp3.
  • Basso volume delle casse incorporate,
  • Manca la leva per sollevare ed abbassare il braccetto.

Avete ancora le idee confuse? Ecco qualche domanda e risposta che vi potrebbero aiutare nella scelta del giradischi più adatto alle vostre esigenze.

Dovrei scegliere un giradischi a trazione diretta o a cinghia?

Forse non vi eravate nemmeno posti la domanda o non la ritenete una caratteristica fondamentale da prendere in considerazione. Sappiate, in linea generale, che i giradischi con trazione a cinghia sono più silenziosi mentre quelli a trazione diretta sono più adatti a chi pianifica di iniziare a fare attività di DJ.

Quali sono le caratteristiche fondamentali che deve avere un buon giradischi?

Un buon giradischi dovrebbe essere dotato almeno della possibilità di variare la velocità del disco, la connettività al computer per la conversione dei vinile o per editare o registrare la musica e, ma non del tutto indispensabile, la funzione meccanica di sollevamento e abbassamento della puntina. Quest’ultima caratteristica è da considerare fondamentale solo se siete alle prime armi e siete un po’ goffi poiché muovere maldestramente la puntina potrebbe danneggiare il vinile.

Quanto dovrei spendere per un buon giradischi?

Per quanto riguarda i giradischi entry-level, ovvero per principianti, non c’è un prezzo specifico che definisce la qualità di un prodotto. Naturalmente, in generale, l’alto costo di un prodotto di solito è collegato alle sue più alte prestazioni. In sostanza potrai ottenere un buon prodotto con una ragionevole qualità di ascolto anche ad un basso costo, tutto dipende da quali sono i tuoi progetti e aspettative oltre, ovviamente, al tuo budget.

Vale la pena tenere d’occhio il mercato dell’usato?

Per quanto riguarda l’usato vale per i giradischi la regola che vale per molte altre categorie di prodotto. Se non siete esperti in materia meglio affidarsi a qualcosa di nuovo. Nel caso vogliate comunque tentare la via dell’usato documentatevi sul proprietario domandandogli che uso ha fatto del giradischi in questione o, se potete, fatevi consigliare da qualcuno esperto.

Conclusioni e modelli alternativi

Il Lauson CL145 è un giradischi moderno, che unisce le necessità di chi vuole ascoltare la qualità di un disco in vinile e poter convertirlo in mp3 per avere quella qualità sempre a portata di mano.

Tra i prodotti alternativi nella stessa fascia di prezzo e con simili caratteristiche possiamo citare il giradischi Soundmaster PL-186, un prodotto adatto agli amanti dell’estetica retro, in particolare degli anni Settanta, in grado di farvi ascoltare vinili 33, 45 o 78 giri. La sua struttura è in legno e oltre alla funzione di giradischi è dotato anche di radio stereo. È possibile collegarlo all’amplificatore, cavo RCA e cover di copertura per la protezione dalla polvere.

Un altro prodotto alternativo è l’Auna Peggy Sue, anche questo giradischi è in stile retrò ma in questo caso il riferimento è agli anni Cinquanta. Al contrario degli altri due giradischi menzionati questo prodotto è dotato della leva di sollevamento del braccetto.

Potrete ascoltare vinili 33, 45 o 78 giri e sarete in grado di convertirli in mp3. Caratteristica interessante del giradischi l’Auna Peggy Sue è la sua confezione a valigetta che lo rende un giradischi facilmente trasportabile senza bisogno di altre protezioni. Bisogna dire che la qualità audio della casse incorporate non è eccezionale ma è comunque possibile collegare il giradischi a casse esterne.