Vediamo ora come leggere uno spartito per chitarra, che rappresenta uno strumento fondamentale per tutti coloro che hanno intenzione di suonare questo particolare strumento e hanno intenzione di farlo in maniera altamente professionale.

Ecco come procedere per riuscire effettivamente a svolgere questo particolare tipo di missione in maniera tale che sia possibile evitare di entrare nel pallone nel momento in cui vi trovate a dover svolgere questa particolare operazione. 

Risorse Consigliate : Vi Consigliamo questi 3 Video Gratuiti per Chitarra, un ottimo punto di partenza per chi è alle prime armi e vuole trarre il meglio dal suo strumento in breve tempo, per maggiori informazioni vi basterà cliccare il link qui sopra in Blu.

Gli elementi che compongono lo spartito 

Sono differenti gli elementi che si trovano sullo spartito e che permettono di leggere correttamente la chitarra. 

Generalmente, quando si parla di lettura, si deve fare affidamento su tre elementi che sono trascritti in maniera completamente differente e che indicano un particolare procedimento che deve essere svolto per una corretta lettura dello spartito e allo stesso tempo per suonare senza imprecisione la stessa chitarra.

Primo degli elementi che devono essere analizzati per poter leggere perfettamente lo spartito di una chitarra è quello rappresentato dai numeri romani. 

Nello spartito, infatti, ci sono dei numeri romani che indicano i tasti della chitarra che devono essere premuti.

Per chi non lo sapesse, i tasti altri non sono che la parte superiore delle corde, quelle vicine al manico. 

Le diverse tipologie di tasti sono indicate col numero romano e quindi: 

  • Quella maggiormente alta sarà indicata dal numero romano I
  • Le successive due sono indicate rispettivamente coi numeri romani II e III
  • Il tasto maggiormente basso, ovvero quello che si trova alla fine, è indicato col numero romano IV. 

Questo significa quindi che, quando sullo spartito è indicato uno di questi numeri, occorre semplicemente tenere premuto quel tasto durante il suono della chitarra.

Generalmente viene inserito anche il numero zero inizialmente sui tasti che non devono essere premuti: questo semplice simbolo rappresenta infatti quel tipo di cifra extra che consente di evitare degli errori nel momento in cui si inizia a suonare la chitarra.

Il secondo tipo di elemento che si trova nello spartito musicale per chitarra è invece rappresentato dai numeri arabi, per la precisione quelli che partono dal numero uno fino al quattro.

Anche in questo caso occorre prestare la massima attenzione a questo semplice tipo di elemento che rappresenta un tipo di indicazione che non deve essere assolutamente ignorata. 

Queste indicano le dita che devono essere utilizzate per pigiare le corde nella parte centrale della chitarra: il primo dito è l’indice, il secondo il medio, il terzo l’anulare mentre il quarto è il mignolo. 

Occorrer prestare attenzione a un dettaglio particolare: sia che si parli di destri che di sinistri, i numeri indicheranno le dita della mano che devono essere sfruttate per poter effettivamente premere le diverse corde della chitarra.

Infine vi sono le lettere, altro elemento fondamentale che viene inserito all’interno dello stesso spartito musicale, che permette quindi di avere un ulteriore tipo di dettaglio che permetterà di effettuare una lettura dello spartito perfetto sotto ogni punto di vista.

Le lettere stanno a indicare le dita che devono essere utilizzate per pizzicare le corde e ottenere un suono particolare dalla chitarra.

Prendete in considerazione il fatto che ogni spartito avrà delle lettere che sono completamente differenti ma, generalmente, queste indicano il pollice, l’indice, il medio e l’anulare.

In alcune occasioni, seppur rare, viene indicato anche l’utilizzo del mignolo con una lettera minuscola ma, nella maggior parte degli spartiti, l’utilizzo di questo dito viene messo in secondo piano in favore delle quattro principali della mano che andrà a pizzicare le corde.

Ovviamente ogni lettera e cifra verrà posta in corrispondenza della corda che deve essere premuta o pizzicata: se con la sinistra si preme una corda, con la destra questa dovrà essere pizzicata e viceversa a seconda della mano che si utilizza per svolgere una delle due azioni. 

Inoltre occorre prendere in considerazione il fatto che nelle corde che non devono essere considerate nella maggior parte dei casi viene posta una X, che indica appunto il fatto che la stessa non deve essere assolutamente considerata durante l’utilizzo della chitarra.

Pertanto questi sono tutti gli elementi che compongono lo spartito e ricapitolando:

  • I numeri romani indicano il tasto che deve essere premuto
  • I numeri arabi indicano la corda che deve essere pigiata
  • Le lettere indicano le corde che devono essere pizzicate con la mano opposta a quella che pigia le corde.

Pertanto sarà possibile riuscire a leggere lo spartito, almeno in un primo momento, senza dover impazzire una volta che si notato tutti questi particolari elementi al suo interno, ecco un video descrittivo che vi aiuterà a capire meglio.

Risorse Consigliate : Vi Consigliamo questi 3 Video Gratuiti per Chitarra, un ottimo punto di partenza per chi è alle prime armi e vuole trarre il meglio dal suo strumento in breve tempo, per maggiori informazioni vi basterà cliccare il link qui sopra in Blu.

Come leggere uno Spartito per Chitarra

Lo spartito della chitarra, ora che è stato analizzato, sarà maggiormente semplice da leggere e interpretare visto che si conoscono tutti gli elementi che lo compongono.

Occorre però capire anche come procedere in ordine per una buona lettura e per fare in modo che lo stesso spartito possa essere letto in maniera corretta. 

L’ordine di lettura parte dai tasti: dovrete infatti contare quelli che vengono presi in considerazione e allo stesso tempo valutare attentamente quale sia la corda che deve essere presa in considerazione, in modo tale che possiate evitare di premere il tasto sbagliato.

Come detto prima, per capire quale sia il tasto che deve essere premuto, vi basterà leggere il numero romano che contraddistingue lo stesso.

In questo modo avrete anche la posizione basilare della stessa mano sinistra, o destra a seconda dell’impugnatura della chitarra, che dovete utilizzare per iniziare a suonare la stessa chitarra.

La lettura prosegue poi analizzando la posizione che le dita devono avere in prossimità delle corde: dopo i numeri romani sono infatti presenti quelli arabi, che vi permettono di premere correttamente le corde nella parte centrale della chitarra.

Ricordatevi che a ogni corda dello spartito della chitarra corrisponde una corda quindi, anche in questo caso, non dovrete fare altro che vedere dove è presente il numero in maniera tale che possiate premere la corda esatta.

Aggiungete anche il fatto che i numeri zero indicano le corde che non devono essere premute: se vi capita di vedere prima una corda indicata col numero due e poi con lo zero, significa che deve essere svolto un passaggio dove il medio viene alzato dalla stessa corda.

Infine dovrete leggere le lettere in maniera tale che possiate capire quali siano le corde che devono essere pizzicate.

La lettura dello spartito non è quindi complesso da leggere e analizzare ma, al contrario, sarà abbastanza semplice da sfruttare.

Tenete sempre in considerazione che uno spartito potrebbe avere anche diversi altri simboli come numeri superiori al 4: per evitare di andare incontro a complicazioni di svariato genere vi conviene semplicemente leggere la didascalia iniziale presente nello spartito in maniera tale che possiate capire quali sono le dita che devono essere utilizzate e come queste devono essere adoperate, ovvero se dovete premere o pizzicare la corda, in maniera tale che possiate effettivamente avere la possibilità d suonare una canzone col vostro strumento senza alcuna complicazione. 

Occhio alla tablatura

Piccola nota sulla quale dovete prestare la massima attenzione riguarda la tablatura.

Molto spesso si rischia di acquistare questo strumento invece dello spartito e quindi i simboli sono completamente differenti. 

Cercate di ricordare che la tablatura è una versione semplificata dello spartito e che questa non contiene tutti gli elementi che vi permettono di suonare la vostra chitarra, dato che si tratta di una sorta di spartito semplificato.

Per suonare con la tablatura dovrete infatti conoscere perfettamente il tipo di canzone che dovete suonare, quindi sapere quanto lunghe devono essere le note e altri dettagli di questo genere che vi permettono di suonare correttamente la chitarra.

Pertanto lo spartito rappresenta lo strumento ideale che deve essere sfruttato in maniera tale che sia possibile prevenire una serie di errori e soprattutto trovarsi in una grande difficoltà nel momento in cui dovete iniziare a suonare la vostra chitarra e allo stesso tempo quando avete intenzione di suonare le canzoni che sono di vostro maggior gradimento, dettaglio importante da non scordare.